Pensioni

Riscatto dei contributi del servizio civile universale

E’ uscita da qualche settimana una circolare Inps che indica requisiti e procedura da seguire

Riscatto dei contributi del servizio civile universale
| Altro
N. Commenti 0

07/ottobre/2017 - h. 22.08

Gli oneri sono a carico dell’interessato che potrà anche rateizzare l’ammontare dei contributi da versare. Il Servizio Civile Universale è finalizzato alla difesa non armata e non violenta della Patria, all’educazione, alla pare fra i popoli, nonché ai valori fondativi della Repubblica. Possono svolgere servizio civile su base volontaria o a seguito di bandi pubblici di selezione, senza distinzione di sesso: i cittadini italiani, i cittadini appartenenti ai paesi dell’U.E. ed gli stranieri soggiornanti in Italia in età compresa fra i 18 ed i 28 anni. Il servizio da svolgere non è di natura subordinata o parasubordinata e potrà essere svolto in Italia o all’estero con durata fra gli 8 ed i 12 mesi. Durante il periodo i volontari non potranno svolgere attività di lavoro subordinato o autonomo. Al termine del servizio la presidenza del Consiglio dei Ministri rilascia agli operatori volontari un attestato per il periodo di servizio effettuato. L’Inps precisa che tale periodo è riscattabile solo se non coperti da contribuzione. Condizione essenziale per l’esercizio del riscatto è l’iscrizione in uno dei regimi previdenziali, condizione che si intende raggiunta in presenza di almeno un contributo obbligatorio nella gestione pensionistica in cui s’intende fare il riscatto. I periodi di servizio civile saranno volutati esclusivamente nella quota di pensione calcolata con il “sistema contributivo”. Gli oneri del riscatto a totale carico dell’interessato ripetiamo, a totale carico dell’interessato, possono essere versati in una unica soluzione o con un massimo di 120 rate mensili, senza pagamento di interessi. La domanda di riscatto non è soggetta a termini di decadenza che viene rimessa alla volontà del richiedente. Andrà inviata solo per via telematica ( si consiglia rivolgersi ad un Patronato) accompagnata attestati di: periodo di servizio effettuato; possesso dei requisiti sopradescritti; il progetto di servizio approvato; ente presso il quale si è svolta l’attività.

Ottavio Righini – Associazione 50&più