Areonautica

Alitalia, nuova cassa integrazione per 1.800 dipendenti

Riguarda 100 comandanti, 90 piloti, 380 assistenti di volo e 1.230 personale di terra

Alitalia, nuova cassa integrazione per 1.800 dipendenti
| Altro
N. Commenti 0

19/ottobre/2017 - h. 02.15

La cassa integrazione per Alitalia toccano complessivamente 1.800 dipendenti, così suddivisi: 100 comandanti, 90 piloti, 380 assistenti di volo (prima erano 340) e 1.230 personale di terra (precedentemente erano 828). Rispetto a prima, la cassa integrazione tocca 442 persone in più. Sono i numeri anticipati da Nino Cortorillo della Cgil al termine dell'incontro di oggi al ministero del Lavoro.
Questi i dettagli per i 1.230 dipendenti impiegati a terra: 690 di 'staff'; 198 di 'handling' (ma non figure in ruolo con contratto a tempo determinato); 200 per la manutenzione; 142 per il cosiddetto 'staff operations'. La cassa a zero ore è prevista per 400 impiegati di terra. Cortorillo, che aprirà una trattativa su questi numeri, ha anche detto che i commissari che gestiscono l'amministrazione straordinaria di Alitalia convocheranno i sindacati "a breve" per parlare delle offerte vincolanti arrivate lunedì scorso. Tra queste anche due 'buste' arrivate da Easyjet e soprattutto Lufthansa.
Il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, sottolinea che "il numero dei lavoratori alla proroga dalla Cassa Integrazione è aumentato di 442 unità, ed è aumentata la richiesta dell'azienda sul numero a cassa integrazione a zero ore", e "questo non ci rallegra anche se comprendiamo il momento". Per definire esattamente quanti andranno in cassa integrazione, gli incontri continueranno in azienda. "Gli investitori che si sono proposti e che dovranno trattare l'offerta con i commissari non saranno disattenti verso il clima di fiducia interno dell'azienda - prosegue il responsabile di Uiltrasporti - Il nostro sindacato questo l'ha presente, come ha anche ben presente la necessità di abbassare il numero dei lavoratori coinvolti in questa procedura di proroga, a partire da coloro individuati per la cassa a zero ore, per i quali dobbiamo fare il possibile per riqualificarli per mansioni diverse all'interno dell'azienda.
La cassa integrazione per Alitalia tocca complessivamente 1.800 dipendenti, così suddivisi: 100 comandanti, 90 piloti, 380 assistenti di volo (prima erano 340) e 1.230 personale di terra (precedentemente erano 828). Rispetto a prima, la cassa integrazione tocca 442 persone in più. Sono i numeri anticipati da Nino Cortorillo della Cgil al termine dell'incontro di oggi al ministero del Lavoro.

Questi i dettagli per i 1.230 dipendenti impiegati a terra: 690 di 'staff'; 198 di 'handling' (ma non figure in ruolo con contratto a tempo determinato); 200 per la manutenzione; 142 per il cosiddetto 'staff operations'. La cassa a zero ore è prevista per 400 impiegati di terra. Cortorillo, che aprirà una trattativa su questi numeri, ha anche detto che i commissari che gestiscono l'amministrazione straordinaria di Alitalia convocheranno i sindacati "a breve" per parlare delle offerte vincolanti arrivate lunedì scorso. Tra queste anche due 'buste' arrivate da Easyjet e soprattutto Lufthansa.

Il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, sottolinea che "il numero dei lavoratori alla proroga dalla Cassa Integrazione è aumentato di 442 unità, ed è aumentata la richiesta dell'azienda sul numero a cassa integrazione a zero ore", e "questo non ci rallegra anche se comprendiamo il momento". Per definire esattamente quanti andranno in cassa integrazione, gli incontri continueranno in azienda. "Gli investitori che si sono proposti e che dovranno trattare l'offerta con i commissari non saranno disattenti verso il clima di fiducia interno dell'azienda - prosegue il responsabile di Uiltrasporti - Il nostro sindacato questo l'ha presente, come ha anche ben presente la necessità di abbassare il numero dei lavoratori coinvolti in questa procedura di proroga, a partire da coloro individuati per la cassa a zero ore, per i quali dobbiamo fare il possibile per riqualificarli per mansioni diverse all'interno dell'azienda.