Forlì

Inchiesta Seaf: archiviate le posizioni di Rusticali e Vezzelli

Aeroporto Forlì, il gip ha accolto la richiesta della procura. L'ex presidente soddisfatto: “Condotta sempre rivolta alla salvaguardia del Ridolfi"

Inchiesta Seaf: archiviate le posizioni di Rusticali e Vezzelli
| Altro
N. Commenti 0

19/aprile/2013 - h. 17.14

FORLI' - La posizione di Franco Rusticali e quella di Rodolfo Vezzelli, rispettivamente ex presidente ed ex direttore di Seaf, è stata archiviata. I due dirigenti erano indagati a Forlì per un'inchiesta che riguardava la gestione dell'aeroporto di Forlì. A dare notizia dell'archiviazione è l'avvocato di Rusticali, Carlo Nannini. Il gip ha deciso in tal senso accogliendo la richiesta della locale Procura della Repubblica. 

“Preciso - scrive il legale - che si era proceduto ad iscrizione nel registro di legge nei confronti del già Presidente di Seaf (in carica dall'aprile 2008 al dicembre del 2010, quando rassegnò le proprie dimissioni) in punto di ipotesi di reato di appropriazione indebita e false comunicazioni sociali riferibili all'anno 2010: tali ipotesi, tuttavia, non hanno dato corpo a contestazioni formali di fatti di assunta rilevanza penale e le relative investigazioni, pur approfondite ed estese (nel termine massimo per le indagini preliminari), non hanno apportato elementi utili all'esercizio in merito dell'azione penale".

Continua l'avvocato: “Non risulta
, all'esame dell'incarto investigativo, che siano state poste dalla Procura Forlivese, per Franco Rusticali, ipotesi di bancarotta, peculato od altre e diverse di cui in taluni casi era stata operata menzione, inesatta, nelle cronache giudiziarie". Anche per Vezzelli, difeso dall'avvocato Alessandro Petrillo, è caduta ogni accusa.

“Il dottor Rusticali - il quale, va ricordato
, aveva pubblicamente espresso la propria disponibilità ad essere ascoltato dai Pubblici Ministeri - esprime soddisfazione per l'esito, che interpreta come prova della sua condotta sempre rivolta alla salvaguardia e promozione dello scalo (e con esso del più ampio patrimonio aeronautico forlivese) ed alla tutela dei lavoratori addetti e rivendica di avere costantemente agito, in adempimento dei propri doveri istituzionali, nell'interesse dei soci e della Città di Forlì - come dell'intero Territorio – avendo sempre egli reputato il Luigi Ridolfi infrastruttura nevralgica fondamentale per il più vasto comprensorio industriale e turistico romagnolo".