Forlì

Traffico di animali: fermato furgone al casello della A14

A bordo trasportava quattro cuccioli di gatto persiano

Traffico di animali: fermato furgone al casello della A14
| Altro
N. Commenti 0

30/giugno/2013 - h. 12.37

FORLI' - Traffico di animali dai Paesi dell’Est. La Polizia autostradale di Pieve Acquedotto, l’altra sera, attorno alle 20.30 ha fermato davanti al casello dell’A14 di Forlì un furgone proveniente dalla Bulgaria alla cui guida c’era un cittadino di quel Paese di 35 anni. L’uomo che trasportava accessori vari aveva nascosto tra la merce una gabbia con quattro gattini della pregiata razza Persiano, molto ricercati e costosi.

I poliziotti hanno subito fatto intervenire il veterinario dell’Ausl che ha potuto appurare che i piccoli animali nati da poco avevano il passaporto in bianco e non erano stati vaccinati. Per fortuna il veterinario non ha constato il maltrattamento in quanto erano discretamente tenuti. I quattro mici sono stati sequestrati e portati nella sede della sezione animale dell’Ausl per essere curati e cresciuti. I poliziotti hanno contestato varie violazioni allo straniero compresa la sanzione di 500 euro di ammenda per ogni gatto illegalmente introdotto per un totale di una multa di 2mila euro. Dai Paesi dell’Est continua il traffico di animali, un fenomeno inarrestabile sul quale la Polizia Stradale e il Corpo Forestale stanno impiegano molte energie.