Forlì

Aggressione nel mondo gay, due arrestati

In cella 21enne e 16enne romeni per la rapina violenta in piazzale Giolitti: ricostruita la storia

Aggressione nel mondo gay, due arrestati
| Altro
N. Commenti 0

05/settembre/2015 - h. 11.01

Sono stati arrestati dai carabinieri i due rapinatori violenti che nella notte tra mercoledì e giovedì hanno aggredito e rapinato un 38enne di Forlì in piazzale Giolitti, vicino alla stazione dei treni. Si tratta di due romeni di 16 e 21 anni, entrambi disoccupati e senza fissa dimora, accusati di rapina aggravata in concorso e lesioni personali. Il 21enne si trova ora nel carcere della Rocca, mentre il minorenne nel Centro di prima accoglienza per minori di Bologna.

La vittima dell’aggressione intorno alle 23 di mercoledì, in via della Libertà, mentre era ferma con la sua auto, era stato avvicinato da un giovane romeno che ha tentato di convincerlo ad appartarsi per avere un rapporto sessuale a pagamento. Al suo rifiuto, il giovane, aveva detto di sentirsi fortemente attratto dal 38enne ed era riuscito a ottenere un giro in auto per poi fermarsi per scambiarsi effusioni, solo dopo averlo rassicurato di non volere denaro in cambio. All’una e mezzo, il giovane romeno è stato riaccompagnato in piazzale Giolitti, ma a quel punto ha cominciato a minacciare il forlivese: gli ha detto che l’avrebbe denunciato per essersi approfittato sessualmente di un minore, che l’avrebbe fatto arrestare e di diffondere la notizia dell’accaduto in giro per rovinargli la reputazione se non gli avesse consegnato del denaro.

Il 38enne non si è lasciato intimidire e così, non avendo ottenuto quanto richiesto, mentre i due discutevano fuori dall’auto, è sopraggiunto il connazionale minorenne che l’ho ha preso per il collo, bloccandolo alle spalle, dando il via a un pestaggio in piena regola, con calci e pugni al volto, alla schiena, al torace, mentre gli chiedevano i soldi. Alla fine l’uomo, temendo di morire, gli ha consegnato tutti i soldi che aveva nel portafoglio: 120 euro. Ma ai due malviventi non è bastato e hanno continuato a picchiarlo e, mentre uno dei due lo teneva immobilizzato, l’altro gli frugava ancora nel portafoglio, ormai vuoto. Alla fine lo hanno lasciato a terra tramortito e, mentre si stavano allontanando, il 38enne è riuscito a rialzarsi e a chiudersi in auto per chiamare il 112. Subito sono arrivati sul posto in forze i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Forlì e una pattuglia della stazione di Villafranca cui il 38enne ha fornito una puntuale descrizione dei suoi aggressori: uno aveva infatti una vistosa cicatrice in faccia e l’altro, il minorenne, indossava una maglietta con scritto “Topolino Wanted”.

I militari hanno circondato la stazione ferroviaria: i due romeni si sono resi conto di essere braccati e hanno tentato la fuga sui binari per poi farsi acciuffare nel tunnel vicino all’ingresso della stazione. I rapinatori violenti sono stati subito fermati e, dopo il riconoscimento da parte della vittima, arrestati. La somma di denaro che avevano rubato al 38enne gli è stata sequestrata. La vittima intanto era stata portata al Pronto Soccorso dove gli è stata riscontrata la frattura a una costola, un trauma cranico e diverse ferite alle labbra e sul corpo.