Forlì

Denunciati dai Nas 4 falsi dentisti. Sigilli agli Studi

Forlì per i casi di professionisti abusivi è seconda solo a Bologna

Denunciati dai Nas 4 falsi dentisti. Sigilli agli Studi
| Altro
N. Commenti 0

31/dicembre/2016 - h. 13.08

Dopo Bologna, è Forlì la città in cui i carabinieri del Nas, il Corpo deputato alla tutela della salute pubblica, hanno scoperto il maggior numero di falsi dentisti nel 2016. Con quattro persone che praticavano senza averne titolo cure odontoiatriche, Forlì è infatti seconda in regione solo al capoluogo dove i falsi dentisti scovati dai militari sono stati sei, l’ultimo delle serie scoperto pochi giorni prima di Natale. 
Il falso dentista è stato denunciato mentre praticava, con tanto di camice e mascherina, in uno studio abusivo cure odontoiatriche a pazienti ignari del fatto che il “dottore” era privo del necessario titolo di laurea, mai conseguito, e esercitava in ambiente non autorizzato, senza garantire il rispetto dei requisiti
minimi per la prevenzione del rischio di possibili infezioni quali epatite, Hiv e Tbc. Un altro falso dentista era invece stato beccato a Ferrara. 
Complessivamente sono dunque 11 i professionisti abusivi che esercitavano in regione. Tutti i finti medici sono stati denunciati; gli studi, in cui i “falsi” dentisti prestavano illecitamente le cure odontoiatriche, sono stati sequestrati, con le relative attrezzature. Il valore complessivo dei sequestri supera i 2 milioni di euro.
Dopo Bologna, è Forlì la città in cui i carabinieri del Nas, il Corpo deputato alla tutela della salute pubblica, hanno scoperto il maggior numero di falsi dentisti nel 2016. Con quattro persone che praticavano senza averne titolo cure odontoiatriche, Forlì è infatti seconda in regione solo al capoluogo dove i falsi dentisti scovati dai militari sono stati sei, l’ultimo delle serie scoperto pochi giorni prima di Natale. 

Il falso dentista è stato denunciato mentre praticava, con tanto di camice e mascherina, in uno studio abusivo cure odontoiatriche a pazienti ignari del fatto che il “dottore” era privo del necessario titolo di laurea, mai conseguito, e esercitava in ambiente non autorizzato, senza garantire il rispetto dei requisiti minimi per la prevenzione del rischio di possibili infezioni quali epatite, Hiv e Tbc. Un altro falso dentista era invece stato beccato a Ferrara. 

Complessivamente sono dunque 11 i professionisti abusivi che esercitavano in regione. Tutti i finti medici sono stati denunciati; gli studi, in cui i “falsi” dentisti prestavano illecitamente le cure odontoiatriche, sono stati sequestrati, con le relative attrezzature. Il valore complessivo dei sequestri supera i 2 milioni di euro.