Forlì

Colto a dare cibo ai piccioni reagisce aggredendo i Vigili

L'uomo, un iracheno di 20 anni, è stato bloccato in piazza Saffi dopo una collutazione con i Vigili di Quartiere

Colto a dare cibo ai piccioni reagisce aggredendo i Vigili

Foto di repertorio

| Altro
N. Commenti 0

18/marzo/2017 - h. 11.15

Condannato a 4 mesi di reclusione, con sospensione della pena, un cittadino iracheno di 20 anni che nei giorni scorsi era stato fermato da una pattuglia di " Vigili di Quartiere " della Polizia Municipale di Forlì in piazza Saffi mentre somministrava cibo ai piccioni provocando un affollamento di volatili e notevole insudiciamento della pavimentazione.
Alla richiesta dei documenti per l'identificazione, lo straniero manifestava chiaramente l'intenzione di allontanarsi, costringendo una delle due Agenti a sbarrargli la strada ponendovisi davanti. A questo punto, all'ennesimo rifiuto di fornire i documenti, l'agente, nell'intenzione di accompagnarlo presso il veicolo di servizio, veniva afferrata e bloccata in entrambe le braccia dal soggetto. 
Interveniva quindi anche l'altra collega nel tentativo di placare la situazione e nel frattempo erano sopraggiunti anche conoscenti connazionali dell'individuo per tentare di calmarlo, ma invano. Vista l'elevata aggressività veniva richiesto il supporto di un'ulteriore pattuglia della Municipale che, in seno alla colluttazione, si vedeva costretta a dichiarare il soggetto in stato di arresto.
Anche in questo caso, l'iracheno riusciva a divincolarsi e a darsi ad una breve fuga per poi essere definitivamente raggiunto e fermato nei pressi del Chiostro di San Mercuriale.
Accompagnato quindi al Comando di via Punta di Ferro dove veniva identificato e riconosciuto come persona già nota per danneggiamento a strutture cittadine di accoglienza per i richiedenti asilo politico, lo stesso veniva deferito all'Autorità Giudiziaria per i reati di resistenza a pubblico ufficiale.  L'agente coinvolta nella colluttazione si è vista costretta a ricorrere alle cure presso il locale Pronto Soccorso con una prognosi di 7 giorni.  
Condannato a 4 mesi di reclusione, con sospensione della pena, un cittadino iracheno di 20 anni che nei giorni scorsi era stato fermato da una pattuglia di "Vigili di Quartiere" della Polizia Municipale di Forlì in piazza Saffi mentre somministrava cibo ai piccioni provocando un affollamento di volatili e notevole insudiciamento della pavimentazione.

Alla richiesta dei documenti per l'identificazione, lo straniero manifestava chiaramente l'intenzione di allontanarsi, costringendo una delle due Agenti a sbarrargli la strada ponendovisi davanti. A questo punto, all'ennesimo rifiuto di fornire i documenti, l'agente, nell'intenzione di accompagnarlo presso il veicolo di servizio, veniva afferrata e bloccata in entrambe le braccia dal soggetto. 

Interveniva quindi anche l'altra collega nel tentativo di placare la situazione e nel frattempo erano sopraggiunti anche conoscenti connazionali dell'individuo per tentare di calmarlo, ma invano. Vista l'elevata aggressività veniva richiesto il supporto di un'ulteriore pattuglia della Municipale che, in seno alla colluttazione, si vedeva costretta a dichiarare il soggetto in stato di arresto. Anche in questo caso, l'iracheno riusciva a divincolarsi e a darsi ad una breve fuga per poi essere definitivamente raggiunto e fermato nei pressi del Chiostro di San Mercuriale.

Accompagnato quindi al Comando di via Punta di Ferro dove veniva identificato e riconosciuto come persona già nota per danneggiamento a strutture cittadine di accoglienza per i richiedenti asilo politico, lo stesso veniva deferito all'Autorità Giudiziaria per i reati di resistenza a pubblico ufficiale. L'agente coinvolta nella colluttazione si è vista costretta a ricorrere alle cure presso il locale Pronto Soccorso con una prognosi di 7 giorni.