Forlì

Suicida con un colpo di pistola

Il cadavere di un 40enne privo di vita trovato in un'auto parcheggiata in via Venturini

Suicida con un colpo di pistola

Foto di repertorio

| Altro
N. Commenti 0

09/ottobre/2017 - h. 17.10

Questa mattina verso le 9 in via Venturini, in località Ca' Ossi, nei pressi di un supermercato, un passante ha notato all'interno di un'auto parcheggiata un uomo immobile al volante che non dava segni di vita. Dato l'allarme al 118, quando i sanitari sono giunti non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell'uomo, causata da un colpo di pistola al petto.
Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti della Questura, il personale della Squadra Mobile, della Scientifica, della Polizia Municipale, il medico legale e il Pm Laura Brunelli. 
Dopo i primi rilievi si è scoperto che si trattava di un 40enne campano che si era suicidato. A seguito della ricostruzione delle sue ultime ore e dalla lettura di alcuni biglietti sparsi all'interno dell'auto, si è risaliti alla prima ipotesi del suo suicido. L'uomo fino a poco tempo fa aveva lavorato nel Nord Italia come conducente di autobus poi, rimasto senza lavoro, si è messo senza successo alla ricerca di un nuovo impego. Alla fine, disperato, sarebbe ricorso al suicidio decidendo di spararsi lì, all'interno di un'auto presa a noleggio a Cesena.
Questa mattina verso le 9 in via Venturini, in località Ca' Ossi, nei pressi di un supermercato, un passante ha notato all'interno di un'auto parcheggiata un uomo immobile al volante che non dava segni di vita. Dato l'allarme al 118, quando i sanitari sono giunti non hanno potuto fare altro che constatare la morte dell'uomo, causata da un colpo di pistola al petto.

Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti della Questura, il personale della Squadra Mobile, della Scientifica, della Polizia Municipale, il medico legale e il Pm Laura Brunelli. 

Dopo i primi rilievi si è scoperto che si trattava di un 40enne campano che si era suicidato. A seguito della ricostruzione delle sue ultime ore e dalla lettura di alcuni biglietti sparsi all'interno dell'auto, si è risaliti alla prima ipotesi del suo suicido. L'uomo fino a poco tempo fa aveva lavorato nel Nord Italia come conducente di autobus poi, rimasto senza lavoro, si è messo senza successo alla ricerca di un nuovo impego. Alla fine, disperato, sarebbe ricorso al suicidio decidendo di spararsi lì all'interno di un'auto presa a noleggio a Cesena.