Emilia Romagna

Spese pazze in Regione, e se votassimo tutti Peppa Pig?

Provocazione su La Voce del direttore Andrini, che invoca il "tutti a casa" e suggerisce: Peppa for president. E voi che ne pensate?

Spese pazze in Regione, e se votassimo tutti Peppa Pig?
| Altro
N. Commenti 0

08/novembre/2013 - h. 16.07

Ha riscosso grande successo il "tutti a casa" invocato sulle pagine de La Voce di Romagna dal direttore Stefano Andrini, indirizzato ai gruppi consiliari regionali e alle loro "spese pazze". Nell'inchiesta della Procura di Bologna sono finite tutte le richieste di rimborso per le spese più disparate, da cene a hotel di lusso, la libri e quotidiani a taxi e auto. Ma ora "la guerra è finita", ed è l'ora del tutti a casa. Prima del tempo. Qualcuno dirà: chi ci mettiamo al posto delle attuali figurine? Il direttore suggerisce i cartoni animati. Anzi, uno in particolare: Peppa pig.

Un suggerimento che ha fatto breccia tra i lettori della Voce, e la casella di posta elettronica del direttore è stata letteralmente invasa dal grido di dolore bipartisan di cittadini ed elettori, simpatizzanti del Pd compresi. Ci sono messaggi di ogni tipo, ma c’è soprattutto il coro verdiano di quelli che chiedono, e non certo a bocca chiusa, che nasca in regione il Partito della Peppa (Pdp) come auspicava la chiusa dell’articolo. Con la Peppa candidato governatore, of course. E voi, cari lettori di Romagnanoi, che ne pensate?