Basket

Imola, spazio ai giovani e conferma di De Nicolao

Ravenna comincia: la guardia Ferrero ad un passo. Lunder Grassi verso l'Unieuro Forlì

Imola, spazio ai giovani e conferma di De Nicolao

Il play Francesco De Nicolao resterà a Imola un’altra stagione

| Altro
N. Commenti 0

22/giugno/2015 - h. 15.17

Mercato bollente per le cugine romagnole Andrea Costa Imola e OraSì Ravenna, alla ricerca delle migliori pedine per poter disputare un campionato di A2 da protagonisti. La divisione quasi certa dei gironi in Est e Ovest alzerà il livello del torneo e dunque il margine di errore in sede di mercato sarà minimo, a cominciare dalla scelta degli americani, con entrambe che dovranno rinnovare completamente le loro coppie. 

QUI IMOLA Sistemato il budget si può pensare a comporre il roster da consegnare a coach Giampiero Ticchi, che sarà formato ancora una volta da giocatori motivati e con tanta voglia di emergere. Dopo il rinnovo del contratto con Norman Hassan (giocherà prevalentemente da ala piccola) arriverà a breve quello dell’under Jacopo Preti e a completare il terzetto dei “reduci” della scorsa stagione ci sarà Patricio Prato, un panchinaro di lusso. 

Vicina anche la conferma del playmaker Francesco De Nicolao (Imola sfrutterà entro giugno l’opzione per tenerlo un’altra stagione) e sarà affiancato da Gherardo Sabatini, in uscita da Treviglio, giocatore di valore che sarebbe anche un under, particolare non di poco conto. Con due under con minuti certi come Sabatini e De Nicolao, l’Andrea Costa potrebbe sceglierne un terzo, inserendo in organico anche Lorenzo Brighi (guardia ex Veroli) o l’ala/pivot di Recanati Lorenzo Galmarini in modo da puntare al premio di valorizzazione dei giovani, che porterebbe nelle casse denaro sonante. 

Difficile i ritorni di Francesco Foiera (anche se in zona restano sola Imola e Faenza come piazze appetibili e il pivot ha ancora voglia di giocare) e di Francesco Amoni, sospeso tra Forlì e il sogno (irrealizzabile) Fortitudo Bologna. Sul fronte americani si cercherà un pivot e un ala’grande andando a cercare fuori dall’Italia anche se l’ex Ravenna Mike Singletary potrebbe essere una valida pedina. 

QUI RAVENNA Sistemate le finanze, trovato il main sponsor e risolta la questione Pala de Andrè l’OraSì può parlare soltanto di mercato, con le tante trattative tenute in stand by in queste settimane che hanno ripreso corpo. Una di questa riguarda l’esterno Gianfranco Ferrero (ex Trapani) deciso ad andare a giocare in una piazza come Ravenna per essere protagonista, rifiutando una serie A1 che lo farebbe restare più in panchina che in campo. 

Oltre a Ferrero nel quintetto base ci sarà il playmaker Eugenio Rivali, poi bisognerà trovare gli americani che saranno una guardia tiratrice con punti nelle mani e un pivot prestante fisicamente con muscoli e centimetri come Will Mosley di Recanati, il grande sogno di coach Antimo Martino. Con questo scenario diventa difficile la conferma di Singletary pur se disposto a ridursi l’ingaggio. 

Per la panchina sono già stati rinnovati i contratti con il play Matteo Tambone (la Virtus Roma lo terrà ancora un anno in Romagna), con l’ala Andrea Raschi e con il pivot Giacomo Cicognani. Gli under verranno promossi dalle giovanili visto che Jacopo Grossi andrà a Forlì in B e Antonio Zannini andrà a farsi le ossa in C Gold. Andrea Locci rientrerà alla base, ma sarà ancora girato in prestito. 

Luca Del Favero