Forlì

Rubati 220 litri di gasolio dal tir

L’appello del sindaco Davide Drei che scrive anche al Prefetto per arginare il problema

Rubati 220 litri di gasolio dal tir
| Altro
N. Commenti 0

03/agosto/2015 - h. 11.17

FORLI' - Furti a raffica ovunque, tanto che interviene anche il sindaco Davide Drei che lancia un appello a non abbassare la guardia. L’ultimo colpo, ma qui bisognerebbe aggiornare l’elenco ogni ora, è stato fatto nella notte nella zona industriale dove sono stati rubati 220 litri di gasolio da un tir. Il carburante è stato “succhiato” da un camion che era parcheggiato all’interno dell’area dell’azienda. I ladri hanno utilizzato delle taniche e hanno lasciato a secco il mezzo. 

Ieri mattina poi la polizia è stata impegnata per dei sopralluoghi di furti nelle abitazioni. In particolare in una villetta in periferia i ladri hanno tagliato la cassaforte col flessibile, ma questa volta l’hanno trovata vuota. Infatti, molte persone non tengono più le cose preziose in cassaforte non essendo più sicure. I ladri hanno campo aperto. Inoltre la legge è ormai inadeguata e soprattutto viene applicata troppo spesso molto male. 

Il problema serio arriva quindi dai giudici che in Italia sono severi soltanto per certi tipi di reati. Le forze dell’ordine si trovano spesso in difficoltà proprio per i paletti cavilossi dell’autorità giudiziaria. I ladri, spesso, quando vengono arrestati, sono poi rimessi in libertà poche ore dopo. Speriamo cambi qualcosa. 

E alla luce dei tanti furti che stanno devastando i cittadini il primo cittadino di Forlì Davide Drei ha lanciato un appello: “Non abbassare la guardia neanche nel periodo estivo”, scrive il sindaco: “Negli ultimi giorni sono emersi nella cronaca diversi casi di furti in abitazione o comunque in proprietà private che hanno fatto nuovamente alzare l’allarme su questo fenomeno. A ciò si aggiunge una sequenza di furti e di rapine in diverse farmacie il cui ripetersi, quasi in modo seriale, accresce ulteriormente il livello di preoccupazione e di attenzione sulla sicurezza”. 

Per in seguito al prospettarsi di questa rinnovata emergenza, il sindaco di Forlì Davide Drei ha chiesto al nuovo Prefetto Fulvio Rocco De Marinis di affrontare la questione all’interno del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in programma domani. L’obiettivo è di coordinare nel massimo sforzo tutte le Istituzioni del territorio e tutte le Forze dell’Ordine e non abbassare la guardia contro le bande di malviventi che periodicamente infestano e mettono in una condizione di paura e preoccupazione la nostra cittadinanza che si sente toccata nel proprio privato con forte senso di disagio. 

“Non dobbiamo permettere - prosegue il Sindaco - che i buoni risultati nella prevenzione che hanno avuto riscontro nei primi mesi dell’anno in una diminuzione di furti, vengano messi in discussione da una recrudescenza estiva. Durante questo periodo, se devono essere garantiti servizi aggiuntivi nelle località turistiche della costa, ciò si deve realizzare tenendo sempre conto della massima sicurezza nelle città e nell’entroterra". 

"Ho peraltro fiducia che questo appello riscuota la dovuta attenzione anche da parte degli organi dello Stato e del Governo centrale nei confronti del quale rinnoviamo la sollecitazione a garantire il personale adeguato per le Forze dell’Ordine che presidiano la sicurezza anche nelle province e, soprattutto, a legiferare e ad approvare le norme giuridiche che assicurino una punibilità effettiva dei reati e certezza della pena”.