Forlì

Sette furti e strage di conigli, arrestata la banda

Blitz della polizia nel covo dei malviventi: trovati anche due chili di polvere da sparo e armi varie

Sette furti e strage di conigli, arrestata la banda

Foto da archivio

| Altro
N. Commenti 0

14/settembre/2015 - h. 18.58

FORLI' - Dopo ben sette furti commessi nell'area rurale di San Martino in Strada, gli agenti della Squadra mobile di Forlì, diretti dal dirigente Claudio Cagnini, sono riusciti ad arrestare una banda di giovani moldavi con l'accusa di ricettazione aggravata in concorso. Tutti di età compresa tra i 20 ed i 25 anni, sarebbero i responsabili anche del macabro episodio avvenuto nella notte di venerdi u.s negli orti di via Bargossi, dove erano stati uccisi e macellati sul posto una ventina di conigli. 
Sempre in quell'occasione, non contenti, erano scappati con le attrezzature trovate nelle rimesse: trapani, motoseghe, idropulitrice, decespugliatore, taniche, carburante ed altri strumenti da giardino). Al termine di un'indagine lampo, gli inquirenti sono riusciti ad individuare il covo della banda e sabato pomeriggio è scattato il blitz. Stipati in una palazzina a Meldola, i moldavi sono stati sorpresi all'interno di un appartamento che avevano occupato senza però averne lecito titolo - si attendono le dichiarazioni del locatario -, e in possesso di tutta la refurtiva. 
Durante la perquisizione sono state rinvenuti anche due chili di polvere da sparo, munizioni calibro 12 per fucile ed alcuni proiettili per pistola calibro 9, nonché altro materiale senz’altro utilizzabile per azioni delittuose contro il patrimonio, rapine e furti, come un passamontagna, una maschera da carnevale, guanti, fascette da elettricista ed una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Gli indagati si trovano in carcere a disposione del pubblico ministero Lorenzo Puccetti.