Longiano

Selvaggia rapina in villa con sequestro

Arrestato il terzo complice moldavo è uno dei banditi che nel 2014 massacrarono l’anziana madre e il figlio

Selvaggia rapina in villa con sequestro
| Altro
N. Commenti 0

10/aprile/2016 - h. 16.02

Dopo mesi d’indagini è stato assicurato alla giustizia anche il terzo bandito che nella sera di lunedì 29 dicembre 2014 picchiò selvaggiamente l’anziana madre e figlio per rapinarli nella propria abitazione di Longiano. Tre gli stranieri che quella sera entrarono nell’abitazione della 76enne e del figlio 56enne e dopo averli legati li hanno massacrati di botte per un bottino di poche decine di euro. Poco dopo, era finito in cella uno dei due responsabili dell’atroce rapina. L’attività investigativa condotta dai Carabinieri delle Compagnia di Cesenatico e Cesena e dal personale del Commissariato di Polizia aveva infatti permesso nell’agosto 2015 di ammanettare a Cesena D.P., moldavo di 27 anni.

L’altro complice latitante, A.S., sembra invece finito in carcere in Russia per una rapina molto simile a quella di Longiano. Ma l’attività investigativa dei carabinieri non si è fermata, anche alla luce di alcuni elementi ancora non chiari e che, di fatto, non permettevano di ricostruire in modo completo la cruenta rapina in villa. Così il Nucleo Operativo guidato dal luogotenente Grasso, è arrivato ad arrestare giovedì, su ordine del gip Monica Galassi, M.A., 25enne, moldavo, già noto alle forze dell’ordine, è accusato di rapina pluriaggravata, concorso in sequestro di persona e lesioni personali gravissime. I militari hanno anche denunciato un italiano di 30 anni, incensurato: sono emersi a suo carico elementi che fanno risalire ad un suo coinvolgimento in qualità di ‘ideatore’ nella sanguinosa rapina.