Ravenna

In Darsena il festival più piccolo al mondo

“Micronautica”. Edizione zero dell’evento che vuole rilanciare il settore partendo dai mezzi a portata di famiglia

In Darsena il festival più piccolo al mondo
| Altro
N. Commenti 0

18/maggio/2016 - h. 00.45

Un festival che sta in una piscina e si anima attorno ad un’isola. E’ quello dedicato alla Micronautica, la parte più mini della nautica, davvero a misura d’uomo (e di tasche). Acqua, vento e passione sono i motori di questo particolare settore a cui Naviga in Darsena dedica la data zero di quello che ambisce ad essere il “festival più piccolo del mondo”. Almeno quest’anno. Dimenticatevi la dimensione della nautica maestosa e gigante delle grandi fiere. Ognuno potrà portare la sua canoa, barca, sup, surf o kite usato per metterlo in mostra, invitiamo la cittadinanza a tirar fuori le barche, i surf, le canoe dai garage. Il festival comincia alle 16 e finisce alle 22.

Ma cos’è la Micronautica? La risposta è semplice: tutto quello che può stare sul tetto di un’auto o su un carrello stradale è Micronautica e per la prima volta avrà una festival dedicato in Darsena a Ravenna. La prima edizione L’edizione zero, di lancio per Micronautica 2017 si svolge domenica 22 maggio ed è stata organizzata dall’associazione Naviga in Darsena. Il Festival del 2017, ad ingresso gratuito, avrà un’area dedicata al mercato dell’usato. Si potrà trovare l’universo variegato della micronautica: dal surf in tutte le sue sfaccettature al minicabinato, passando per il catamarano. Piccole imbarcazioni pensate per gli sportivi o per le famiglie che amano il mare. Accanto, i padiglioni dedicati all’autocostruzione, ai laboratori e all’intrattenimento dedicato ad adulti e bambini.

Quest’anno la maggior parte di questo mondo sarà raccolto intorno alla bellissima e piccola installazione “l’Isola” che si trova in banchina promossa dal Comune di Ravenna e Naviga in Darsena e progettato da Officina Meme. In questa piccola Isola sarà possibile trovare una piscina dove provare la barca a vela portata dal Circolo Velico Ravennate, confrontarsi con i problemi dell’inquinamento marino con i Delfini Bizantini, capire come navigare sulle carte con TST, vedere i modelli radiocomandati con il Centro Modellistico Romagnolo, imparare a conoscere il kite con L’Adriatico Wind Club e imparare a conoscere i nodi sempre con il CVR. I laboratori sono per bambini, ragazzi e persino per adulti.

E’ un’idea di nautica familiare, lontana da quella delle grandi fiere degli anni Novanta, quando nell’immaginario si è imposta l’idea della nautica come il prodotto “di lusso”. Fino ad allora ogni stabilimento balneare e molte famiglie avevano tutta l’attrezzatura idonea a vivere il mare: barche, canoe, windsurf. Proprio questa è la particolarità della micronautica: essere di facile accesso, innanzitutto per quanto riguarda la parte economica. In un territorio che si affaccia sul mare, questo deve essere vissuto nella sua quotidianità. “La nostra - dice il coordinatore Jacopo Mutti - è prima di tutto un’iniziativa culturale”. Una nicchia che ha l’ambizione di crescere nei prossimi anni perché è il futuro della nautica. L’evento è il primo organizzato da Naviga in Darsena in banchina nello spazio antistante Darsena Popup, quattromila metri quadri dedicati a sport e cultura, l’angolo di mondo ideale per rilanciare la Micronautica.