Rimini

Ci ha lasciati Franco Fattori grande amico e collega

Da un paio d’anni combatteva con il male dignitosamente e senza mai farlo vedere. Sport e musica le passioni

Ci ha lasciati Franco Fattori grande amico e collega

Franco Fattori alla consolle dello Slego

| Altro
N. Commenti 0

27/maggio/2016 - h. 10.25

E’ morto Franco Fattori. Una grave malattia lo ha portato via qualche giorno dopo la anziana madre. Era un collega, un amico, soprattutto una grande persona che con La Voce di Romagna ha collaborato per un periodo curando la rubrica del dilettantistico. Seguiva le vicende del Rimini Calcio ma anche quelle del Basket Rimini e delle squadre dilettantistiche di pallacanestro (era un arbitro), del volley, di tutte le discipline sportive che trattava con amore e assoluta competenza. La sua passione più grande, però, era per la musica che conosceva bene, in particolare quella rock, punk e new wave di cui era un raffinato cultore. Senza tema di smentita si può dire che Franco era una enciclopedia della musica e affermato disc jockey: con Thomas Balsamini era stato tra i fondatori del mitico Slego e poi aveva lavorato in altri locali della Riviera tra cui il Velvet, che lo scorso week end ha chiuso l’attività con una grande festa che ha visto la partecipazione di Vinicio Capossela, e in radio private in particolare Radio San Marino.

Per questa sua straordinaria competenza era collaboratore di riviste musicali specializzate. Era conosciuto da tutti in città, stimato e apprezzato: aveva tanti amici ed era facile quando lo si incontrava soffermarsi in lunghe, amabili, divertenti chiacchierate. Nella sua pagina Facebook centinaia di amici lo stanno ricordando ringraziandolo per quello che era: una persona buona, sempre disponibile e generoso. Ci mancherai, Franco.

Tutto il mondo del volontariato, lo staff e il Consiglio direttivo di Volontarimini si uniscono al dolore della famiglia per la perdita del caro amico Franco Fattori. In queste circostanze mancano indubbiamente le parole, restano però i ricordi di un amico e un maestro che con la sua professionalità e dedizione ha contribuito a far crescere il mondo dell’associazionismo locale, portando avanti in questi anni una silenziosa ma tenace battaglia, affinché anche le notizie della solidarietà trovassero la giusta visibilità e il meritato spazio sui media e la stampa locale. Ci mancheranno il suo appoggio, il confronto stimolante e i suoi insegnamenti. Ci mancheranno anche i suoi rimproveri, le sue arrabbiature, le innocue litigate, non sempre condivise ma finalizzate a fare ancora meglio e a trovare soluzioni efficaci.

Abbiamo condiviso con lui soddisfazioni e momenti critici, entusiasmi e tristezze, sogni e delusioni... Ci ricorderemo la forza con cui ha affrontato questi due anni di malattia, senza lamentarsi e rispettando le scadenze lavorative… Ci ricorderemo il suo amore per gli animali e per la musica; la sua generosità e professionalità... Ci ricorderemo un caro amico che porteremo sempre nei nostri cuori.