Rimini

Gavettone al cloro, 18enne ustionato

Uno scherzo nella piscina di un hotel di Bellaria Igea Marina ha rischiato di finire in tragedia

Gavettone al cloro, 18enne ustionato
| Altro
N. Commenti 0

17/agosto/2016 - h. 23.48

Uno scherzo, semplicemente uno scherzo, che però ha rischiato di trasformarsi in tragedia per un 18enne di Torino, in vacanza in Riviera con parenti e amici, vittima di un gavettone al cloro che lo ha costretto al ricovero in eliambulanza all’ospedale Bufalini di Cesena con delle leggere ustioni al viso e al corpo. E’ successo ieri mattina, poco prima di pranzo, all’Hotel Maxim’s di via Tombesi a Bellaria Igea Marina. Una gruppo di parenti e amici di Torino, arrivati in Romagna qualche giorno prima del Ferragosto, si stava
rilassando nella piscina dell’albergo a tre stelle, quando all’improvviso una 52enne amica di famiglia del ragazzino decide di fargli quello che nelle sue intenzioni doveva essere uno scherzo: la classica secchiata d’acqua. 
Il 18enne, infatti, steso su un lettino a bordo piscina, dorme profondamente. L’imminente pranzo e la voglia di animare la vacanza con una tipica goliardata estiva ingolosiscono la donna. Che, senza fare troppa attenzione al contenuto, nota un secchio di plastica vicino al gabbiotto del bagnino di salvataggio. Così, dopo averlo afferrato, si avvicina al giovane e glielo svuota addosso. In pochi attimi, però, quello che sembrava essere uno scherzo
riuscito pare trasformarsi in tragedia.
Uno scherzo, semplicemente uno scherzo, che però ha rischiato di trasformarsi in tragedia per un 18enne di Torino, in vacanza in Riviera con parenti e amici, vittima di un gavettone al cloro che lo ha costretto al ricovero in eliambulanza all’ospedale Bufalini di Cesena con delle leggere ustioni al viso e al corpo. E’ successo ieri mattina, poco prima di pranzo, all’Hotel Maxim’s di via Tombesi a Bellaria Igea Marina. Una gruppo di parenti e amici di Torino, arrivati in Romagna qualche giorno prima del Ferragosto, si stava rilassando nella piscina dell’albergo a tre stelle, quando all’improvviso una 52enne amica di famiglia del ragazzino decide di fargli quello che nelle sue intenzioni doveva essere uno scherzo: la classica secchiata d’acqua. 

Il 18enne, infatti, steso su un lettino a bordo piscina, dorme profondamente. L’imminente pranzo e la voglia di animare la vacanza con una tipica goliardata estiva ingolosiscono la donna. Che, senza fare troppa attenzione al contenuto, nota un secchio di plastica vicino al gabbiotto del bagnino di salvataggio. Così, dopo averlo afferrato, si avvicina al giovane e glielo svuota addosso. In pochi attimi, però, quello che sembrava essere uno scherzoriuscito pare trasformarsi in tragedia.