Bagno di Romagna

Incendio nella foresta del Parco a Sasso Fratino

Il rogo, forse doloso, divampato lunedì sera distrugge due ettari di bosco

Incendio nella foresta del Parco a Sasso Fratino
| Altro
N. Commenti 0

28/dicembre/2016 - h. 11.36

Incendio nel Parco Naturale delle Foreste nell’area protetta di Sasso Fratino al confine con la Toscana ma nel comune di Bagno di Romagna. Distrutti
almeno due ettari di bosco. L’allarme è scattato nella serata di Santo Stefano. Il fuoco ben presto si è sviluppato alimentato dal vento che in quel punto, sul monte Penna si fa sempre sentire. Sul posto vigili del fuoco con diversi mezzi e il Corpo Forestale dello Stato sono stati impegnati tutta la notte a controllare
i focolai e parte della giornata di ieri. Quando il rogo sembrava spento, le
fiamme sono ripartite, così ieri nel pomeriggio i pompieri e la Forestale sono dovuti tornare sul posto. 
Un posto difficilmente raggiungibile dove è intervenuto anche il Soccorso
Alpino per dare man forte. L’area è protetta e nessuno dovrebbe entrarvi.
Questo fa pensare che ad accendere il fuoco sia stato qualche piromane.
C’è quindi un’indagine per verificare se questa ipotesi è supportata. Il versante nord del Monte Penna è una zona di riserva integrale, zona del Parco, e fa parte della Riserva Naturale Biogenetica della Lama gestita
dall’ufficio Utb del Corpo Forestale di Pratovecchio. L’accesso è escluso
nella zona rupestre. Fino a ieri sera, tutti gli uomini erano ancora impegnati.
Incendio nel Parco Naturale delle Foreste nell’area protetta di Sasso Fratino al confine con la Toscana ma nel comune di Bagno di Romagna. Distruttialmeno due ettari di bosco. L’allarme è scattato nella serata di Santo Stefano. Il fuoco ben presto si è sviluppato alimentato dal vento che in quel punto, sul monte Penna si fa sempre sentire. Sul posto vigili del fuoco con diversi mezzi e il Corpo Forestale dello Stato sono stati impegnati tutta la notte a controllare i focolai e parte della giornata di ieri. Quando il rogo sembrava spento, le fiamme sono ripartite, così ieri nel pomeriggio i pompieri e la Forestale sono dovuti tornare sul posto. 

Un posto difficilmente raggiungibile dove è intervenuto anche il Soccorso Alpino per dare man forte. L’area è protetta e nessuno dovrebbe entrarvi. Questo fa pensare che ad accendere il fuoco sia stato qualche piromane. C’è quindi un’indagine per verificare se questa ipotesi è supportata. Il versante nord del Monte Penna è una zona di riserva integrale, zona del Parco, e fa parte della Riserva Naturale Biogenetica della Lama gestita dall’ufficio Utb del Corpo Forestale di Pratovecchio. L’accesso è escluso nella zona rupestre. Fino a ieri sera, tutti gli uomini erano ancora impegnati.