Sant'Agata sul Santerno

Infestazione di termiti della specie Reticulitermes urbis

Questa specie è particolarmente aggressiva ed è in grado di distruggere qualsiasi tipo di legname

Infestazione di termiti della specie Reticulitermes urbis
| Altro
N. Commenti 0

10/febbraio/2017 - h. 15.31

Nel Comune di Sant'Agata sul Santerno, a seguito di verifiche e sopralluoghi da parte dei tecnici comunali e specializzati nel settore, è stata accertata la presenza di una infestazione di termiti della specie Reticulitermes urbis, localizzata in alcune aree di via Martiri Santagatesi, strada provinciale Bastia e via della Repubblica.
Questa specie è particolarmente aggressiva ed è in grado di distruggere qualsiasi tipo di legname (infissi, porte, finestre, eccetera), compresi gli elementi di sostegno dei fabbricati come le travi dei solai, gli architravi, i pilastri di legno, eccetera. La presenza di un focolaio di termiti non si manifesta con segni visibili dall'esterno; in assenza di una adeguata prevenzione, l'attività dell'insetto finisce col manifestarsi solo quando i danni sono ormai in stato avanzato tanto da risultare irreparabili, causando seri problemi strutturali agli edifici infestati quali la riduzione della sezione effettiva utile e resistente dell'anima delle travi e dei solai, degli architravi e degli altri elementi lignei (infissi, rivestimenti, pavimenti).
Per questo motivo, il Comune ha emesso un’apposita ordinanza, contenente tutte le misure precauzionali e preventive necessarie per impedire il diffondersi dell’infestazione e permettere quindi una tempestiva ed efficace bonifica delle zone colpite.
L’Amministrazione comunale invita i cittadini a segnalare immediatamente all’autorità comunale, all’atto della constatazione, ogni presenza, anche solo sospetta, di termiti o del segno della loro attività, in aree del territorio comunale diverse da quelle già individuate quali zone con presenza di termiti. Una ditta specializzata incaricata dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna effettuerà visite gratuite presso le aree private del Comune mediante tecnico biologo/entomologo, nel caso in cui i cittadini segnalino il sospetto/la presenza di termiti, anche al fine di fornire indicazioni e consigli su come affrontare il problema.
I proprietari degli immobili che insistono sulle aree interessate dall’ordinanza sono stati convocati dall’Amministrazione comunale per un apposito incontro di approfondimento, in cui verranno illustrate tutte le misure da adottare.
Nel Comune di Sant'Agata sul Santerno, a seguito di verifiche e sopralluoghi da parte dei tecnici comunali e specializzati nel settore, è stata accertata la presenza di una infestazione di termiti della specie Reticulitermes urbis, localizzata in alcune aree di via Martiri Santagatesi, strada provinciale Bastia e via della Repubblica.

Questa specie è particolarmente aggressiva ed è in grado di distruggere qualsiasi tipo di legname (infissi, porte, finestre, eccetera), compresi gli elementi di sostegno dei fabbricati come le travi dei solai, gli architravi, i pilastri di legno, eccetera. La presenza di un focolaio di termiti non si manifesta con segni visibili dall'esterno; in assenza di una adeguata prevenzione, l'attività dell'insetto finisce col manifestarsi solo quando i danni sono ormai in stato avanzato tanto da risultare irreparabili, causando seri problemi strutturali agli edifici infestati quali la riduzione della sezione effettiva utile e resistente dell'anima delle travi e dei solai, degli architravi e degli altri elementi lignei (infissi, rivestimenti, pavimenti).

Per questo motivo, il Comune ha emesso un’apposita ordinanza, contenente tutte le misure precauzionali e preventive necessarie per impedire il diffondersi dell’infestazione e permettere quindi una tempestiva ed efficace bonifica delle zone colpite.

L’Amministrazione comunale invita i cittadini a segnalare immediatamente all’autorità comunale, all’atto della constatazione, ogni presenza, anche solo sospetta, di termiti o del segno della loro attività, in aree del territorio comunale diverse da quelle già individuate quali zone con presenza di termiti. Una ditta specializzata incaricata dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna effettuerà visite gratuite presso le aree private del Comune mediante tecnico biologo/entomologo, nel caso in cui i cittadini segnalino il sospetto/la presenza di termiti, anche al fine di fornire indicazioni e consigli su come affrontare il problema.

I proprietari degli immobili che insistono sulle aree interessate dall’ordinanza sono stati convocati dall’Amministrazione comunale per un apposito incontro di approfondimento, in cui verranno illustrate tutte le misure da adottare.