Ravenna

Tenta di strangolare la compagna, arrestato

L'uomo, un 28enne al culmine dell’ennesimo raptus di gelosia, l'ha aggredita sul posto di lavoro

Tenta di strangolare la compagna, arrestato
| Altro
N. Commenti 0

27/marzo/2017 - h. 16.17

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna, hanno tratto in arresto un cittadino italiano, originario del Lazio, residente da tempo in città, per maltrattamenti in famiglia: in preda a un ennesimo raptus di gelosia l’uomo tentava di strangolare la compagna sul posto di lavoro.
Tutto si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri in una località marina del Ravennate dove la pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Via Alberoni è intervenuta su richiesta di un avventore di un bar del luogo per segnalare l’aggressione che stava subendo la proprietaria.
All’arrivo i militari si rendevano subito conto che si trovano di fronte ad un caso di maltrattamenti in famiglia: l’uomo, 28 enne, al culmine dell’ennesima lite, ripetutasi già nel primo pomeriggio, stava tentando di strangolare la compagna, proprietaria del bar. La donna trasportata poi in ospedale per le cure del caso se la caverà per fortuna solo con qualche giorno di cure e riposo.
Alla vista dei Carabinieri l’uomo tentava di fuggire ma i militari riuscivano a bloccarlo ed ammanettarlo. Dopo aver raccolto le dichiarazione della vittima e dei testimoni, che facevano delineare un quadro di pregresse e ripetute aggressioni, i carabinieri dichiaravano l’aggressore in stato di in arresto.
Stamani con la convalida il giudice ha disposto l’immediato allontanamento dell’uomo dalla casa famiglia ed il divieto di avvicinamento alla donna.
I Carabinieri della Compagnia di Ravenna, hanno tratto in arresto un cittadino italiano, originario del Lazio, residente da tempo in città, per maltrattamenti in famiglia: in preda a un ennesimo raptus di gelosia l’uomo tentava di strangolare la compagna sul posto di lavoro.

Tutto si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri in una località marina del Ravennate dove la pattuglia dei Carabinieri di Via Alberoni è intervenuta su richiesta di un avventore di un bar del luogo per segnalare l’aggressione che stava subendo la proprietaria.

All’arrivo i militari si rendevano subito conto che si trovano di fronte ad un caso di maltrattamenti in famiglia: l’uomo, 28 enne, al culmine dell’ennesima lite, ripetutasi già nel primo pomeriggio, stava tentando di strangolare la compagna, proprietaria del bar. La donna trasportata poi in ospedale per le cure del caso se la caverà per fortuna solo con qualche giorno di cure e riposo.

Alla vista dei Carabinieri l’uomo tentava di fuggire ma i militari riuscivano a bloccarlo ed ammanettarlo. Dopo aver raccolto le dichiarazioni della vittima e dei testimoni, che facevano delineare un quadro di pregresse e ripetute aggressioni, i carabinieri dichiaravano l’aggressore in stato di in arresto. Stamani con la convalida il giudice ha disposto l’immediato allontanamento dell’uomo dalla casa famiglia ed il divieto di avvicinamento alla donna.