Rimini

Colpi di pistola nella notte ad auto e porta di casa

Il gesto intimidatorio nei confronti di un commercialista abitante in una traversa di via Marecchiese

Colpi di pistola nella notte ad auto e porta di casa

Foto di repertorio

| Altro
N. Commenti 0

30/aprile/2017 - h. 11.58

Nella notte tra mercoledì e giovedì scorso, in una traversa di via Marecchiese, verso le 2,30 sono stati uditi diversi spari. Solo al mattino, quando dopo le 7,  
un commercialista poco più che 40enne che abita nella via, uscito di casa ha trovato la porta dell'abitazione e la sua auto parcheggiata davanti crivellate di proiettili. Sorpreso e allarmato ha subito chiamato la Polizia che giunta sul posto ha ricostruito quanto avvenuto con l'ausilio della sceintifica.
I colpi esplosi sono stati identificati come proiettili calibro 22 e sono state visionate le immagini di tutte le telecamere di sorveglianza della zona. Gli agenti hanno poi orientato le loro indagini verso l'attività del commercialista che, sposato con due figli piccoli, non è riuscito a fornire indicazioni su possibili clienti che abbiano potuto mettere in atto quello che appare come un gestio di intimidazione nei suoi confronti. 
Nella notte tra mercoledì e giovedì scorso, in una traversa di via Marecchiese, verso le 2,30 sono stati uditi diversi spari. Solo al mattino, quando dopo le 7, un commercialista poco più che 40enne abitante nella via, uscito di casa ha trovato la porta dell'abitazione e la sua auto parcheggiata davanti crivellate di proiettili. Sorpreso e allarmato ha subito chiamato la Polizia che giunta sul posto ha ricostruito quanto avvenuto con l'ausilio della scientifica.

I colpi esplosi sono stati identificati come proiettili calibro 22 e sono state visionate le immagini di tutte le telecamere di sorveglianza della zona. Gli agenti hanno poi orientato le loro indagini verso l'attività del commercialista che, sposato con due figli piccoli, non è riuscito a fornire indicazioni utili su possibili clienti che abbiano potuto mettere in atto quello che appare come un gestio di intimidazione nei suoi confronti.