Faenza

Presidente di una Onlus truffa lo Stato con false certificazioni

Alla denuncia di un cittadino sono seguite perquisizioni nelle quali è stata rinvenuta la documentazione

Presidente di una Onlus truffa lo Stato con false certificazioni
| Altro
N. Commenti 0

24/giugno/2017 - h. 13.19

La Polizia di Stato nei giorni scorsi ha denunciato il Presidente di una ONLUS di Faenza per truffa aggravata ai danni dello Stato avendo prodotto false certificazioni per avere una decurtazione dell’I.V.A. sugli acquisti.
L’indagine ha avuto inizio dalla denuncia di un cittadino faentino, affetto da parziale disabilità, che aveva ricevuto un sollecito di pagamento da parte di un’azienda per l’acquisto di pannelli in legno. L’uomo, non conoscendo la ditta e non avendo mai fatto acquisiti presso la stessa, prendeva visione della fattura e dei suoi allegati venendo così a conoscenza che erano presenti suoi documenti riservati.
 
Gli Agenti del Commissariato accertavano che la persona che aveva effettuato l’ordine è il presidente di una  Associazione Onlus, riconosciuto in foto dal denunciante. Tale persona alcuni anni prima gli aveva promesso un posto di lavoro facendosi consegnare copia della documentazione relativa alla sua condizione.
L’assunzione non fu mai fatta ma, evidentemente, i documenti sono stati conservati ed usati per fare acquisti di pannelli di legno che sarebbero serviti per l’associazione con un’IVA agevolata al 4%. 
La Polizia di Faenza, unitamente a militari della  Compagnia della Guardia di Finanza, ha eseguito nei confronti del presidente della ONLUS una perquisizione personale e domiciliare che , tramite la quale il truffatore era riuscito ad ottenere la decurtazione dell’IVA oltre ad altre fatture che saranno oggetto di accertamenti.
Lo stesso è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria per l’ennesima volta in quanto registra numerosi precedenti penali e di polizia per  truffa, fraudolento danneggiamento di beni assicurati, sostituzione di persona, falsità in scrittura privata, appropriazione indebita, simulazione di reato e lesioni personali colpose.
La Polizia di Stato nei giorni scorsi ha denunciato il Presidente di una ONLUS di Faenza per truffa aggravata ai danni dello Stato avendo prodotto false certificazioni per avere una decurtazione dell’I.V.A. sugli acquisti.

L’indagine ha avuto inizio dalla denuncia di un cittadino faentino, affetto da parziale disabilità, che aveva ricevuto un sollecito di pagamento da parte di un’azienda per l’acquisto di pannelli in legno. L’uomo, non conoscendo la ditta e non avendo mai fatto acquisiti presso la stessa, prendeva visione della fattura e dei suoi allegati venendo così a conoscenza che erano presenti suoi documenti riservati. Gli Agenti del Commissariato accertavano che la persona che aveva effettuato l’ordine è il presidente di una Associazione Onlus, riconosciuto in foto dal denunciante. Tale persona alcuni anni prima gli aveva promesso un posto di lavoro facendosi consegnare copia della documentazione relativa alla sua condizione. L’assunzione non fu mai fatta ma, evidentemente, i documenti sono stati conservati ed usati per fare acquisti di pannelli di legno che sarebbero serviti per l’associazione con un’IVA agevolata al 4%. 

La Polizia di Faenza, unitamente a militari della  Compagnia della Guardia di Finanza, ha eseguito nei confronti del presidente della ONLUS una perquisizione personale e domiciliare che , tramite la quale il truffatore era riuscito ad ottenere la decurtazione dell’IVA oltre ad altre fatture che saranno oggetto di accertamenti. Lo stesso è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria per l’ennesima volta in quanto registra numerosi precedenti penali e di polizia per truffa, fraudolento danneggiamento di beni assicurati, sostituzione di persona, falsità in scrittura privata, appropriazione indebita, simulazione di reato e lesioni personali colpose.