Rimini

I super controlli dei carabinieri al Rimini Beach

Al termine dell’evento 'la notte di Vasco': 4 persone arrestate e 9 denunciate

I super controlli dei carabinieri al Rimini Beach
| Altro
N. Commenti 0

02/luglio/2017 - h. 16.06

Per garantire il sereno svolgimento della “#5.31 ALBACHIARA, VASCO FROM MODENA PARK TO RIMINI BEACH”, in programma dal 1 al 2 luglio, l’Arma come al solito, oltre ai servizi di ordine pubblico, ha assicurato una serie di servizi di prevenzione e controllo impegnando ben 50 militari della Compagnia di Rimini e delle Stazioni dipendenti, nonché quelli delle Compagnie limitrofe. 
I militari suddivisi in squadre “ad hoc” sono stati impiegati in spiaggia nei punti nevralgici della manifestazione, sui servizi pubblici e in luoghi affollati nell’attività di prevenzione e repressione di natura predatoria e inerenti gli stupefacenti. Una squadra inoltre, con l’impiego dell’etilometro, è stata impiegata per l’attività di prevenzione lungo le principali arterie di comunicazione per questo centro. 
Al termine dell’evento, il riepilogo dei risultati conseguiti: 4 persone arrestate e 9 denunciate. 
Gli arresti: 
B.H.B.M., tunisino 30enne, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, per tentato furto con destrezza, resistenza a Pubblico Ufficiale e Falsa attestazione a P.U. sull’identità personale. Il prevenuto veniva bloccato dai militari dell’Aliquota Operativa sul lungomare Tintori, mentre si accingeva ad asportare dalla borsa di una turista il proprio portafogli. Lo stesso, con lo scopo di garantirsi la fuga, non esitava ad aggredire i carabinieri con calci e pugni venendo comunque prontamente bloccato. Lo stranieri per rimanere impunito, visti i numerosi precedenti penali a suo carico, forniva false generalità, che poi venivano smentite grazie al sistema di identificazione denominato A.F.I.S. del Ministero dell’Interno; 
B.M., anch'esso 30enne,  e  H.O., 50enne, entrambi algerini, pregiudicati, senza fissa dimora, per furto con destrezza in concorso, anche loro sorpresi dai militari della Stazione di Miramare, subito dopo aver asportato sull’autobus di linea n. 4, il portafogli di un anziano turista residente nella provincia di Bolzano:
S.M., senegalese 32enne, senza fissa dimora, per spaccio di sostanze stupefacenti. Lo straniero veniva sorpreso dai carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Rimini, mentre cedeva ad un ragazzo riminese, poi contestualmente segnalato quale assuntore alla competente Prefettura, 4 dosi, per un peso complessivo di grammi 4.8, di sostanza stupefacente tipo marijuana.
 
Denunce:
Un 27enne originario della provincia di Lecce, per detenzione illegale di stupefacenti, sorpreso dai militari in possesso di un involucro contenente grammi 5,5 di sostanza stupefacente del tipo marijuana; 
Un 16enne, una 14/enne riminese e una 15enne di origini ucraine, ma residenti a Rimini, perché durante un controllo venivano trovati in possesso, dai militari della Stazione di Viserba, di un ciclomotore Aprilia Scarabeo risultato rubato in data 27 giugno u.s., presso il Centro Commerciale “Le Befane” e di proprietà di una ragazza di Riccione. 
Durante la manifestazione sono stati controllate altre 6 persone, tutte di origine straniera, che sono state trovate in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente, per i quali è scattata la segnalazione alla Prefettura di Rimini, quali assuntori di sostanze stupefacenti.
Alle porte di Rimini, lungo le principali arterie di comunicazione gli equipaggi dell’Aliquota Radiomobile, impegnati nei controlli stradali hanno sorpreso ben 8 automobilisti/motociclisti alla guida in stato di ebrezza alcolica. Per 5 di loro, che hanno fatto registrare un tasso alcolemico superiore a 0,8 gr./lt. è scattata la denuncia a piede libero, mentre i restanti dovranno pagare una sanzione amministrativa. 
Per garantire il sereno svolgimento della “#5.31 ALBACHIARA, VASCO FROM MODENA PARK TO RIMINI BEACH”, in programma dal 1 al 2 luglio, l’Arma come al solito, oltre ai servizi di ordine pubblico, ha assicurato una serie di servizi di prevenzione e controllo impegnando ben 50 militari della Compagnia di Rimini e delle Stazioni dipendenti, nonché quelli delle Compagnie limitrofe. 

I militari suddivisi in squadre “ad hoc” sono stati impiegati in spiaggia nei punti nevralgici della manifestazione, sui servizi pubblici e in luoghi affollati nell’attività di prevenzione e repressione di natura predatoria e inerenti gli stupefacenti. Una squadra inoltre, con l’impiego dell’etilometro, è stata impiegata per l’attività di prevenzione lungo le principali arterie di comunicazione per questo centro. Al termine dell’evento, il riepilogo dei risultati conseguiti: 4 persone arrestate e 9 denunciate. 

Gli arresti: 

B.H.B.M., tunisino 30enne, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, per tentato furto con destrezza, resistenza a Pubblico Ufficiale e Falsa attestazione a P.U. sull’identità personale. Il prevenuto veniva bloccato dai militari dell’Aliquota Operativa sul lungomare Tintori, mentre si accingeva ad asportare dalla borsa di una turista il proprio portafogli. Lo stesso, con lo scopo di garantirsi la fuga, non esitava ad aggredire i carabinieri con calci e pugni venendo comunque prontamente bloccato. Lo stranieri per rimanere impunito, visti i numerosi precedenti penali a suo carico, forniva false generalità, che poi venivano smentite grazie al sistema di identificazione denominato A.F.I.S. del Ministero dell’Interno; 

B.M., anch'esso 30enne, e H.O., 50enne, entrambi algerini, pregiudicati, senza fissa dimora, per furto con destrezza in concorso, anche loro sorpresi dai militari della Stazione di Miramare, subito dopo aver asportato sull’autobus di linea n. 4, il portafogli di un anziano turista residente nella provincia di Bolzano;

S.M., senegalese 32enne, senza fissa dimora, per spaccio di sostanze stupefacenti. Lo straniero veniva sorpreso dai carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Rimini, mentre cedeva ad un ragazzo riminese, poi contestualmente segnalato quale assuntore alla competente Prefettura, 4 dosi, per un peso complessivo di grammi 4.8, di sostanza stupefacente tipo marijuana. 

Denunce:

Un 27enne originario della provincia di Lecce, per detenzione illegale di stupefacenti, sorpreso dai militari in possesso di un involucro contenente grammi 5,5 di sostanza stupefacente del tipo marijuana;

Un 16enne, una 14/enne riminese e una 15enne di origini ucraine, ma residenti a Rimini, perché durante un controllo venivano trovati in possesso, dai militari della Stazione di Viserba, di un ciclomotore Aprilia Scarabeo risultato rubato in data 27 giugno u.s., presso il Centro Commerciale “Le Befane” e di proprietà di una ragazza di Riccione. 

Durante la manifestazione sono stati controllate altre 6 persone, tutte di origine straniera, che sono state trovate in possesso di modica quantità di sostanza stupefacente, per i quali è scattata la segnalazione alla Prefettura di Rimini, quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Alle porte di Rimini, lungo le principali arterie di comunicazione gli equipaggi dell’Aliquota Radiomobile, impegnati nei controlli stradali hanno sorpreso ben 8 automobilisti/motociclisti alla guida in stato di ebrezza alcolica. Per 5 di loro, che hanno fatto registrare un tasso alcolemico superiore a 0,8 gr./lt. è scattata la denuncia a piede libero, mentre i restanti dovranno pagare una sanzione amministrativa.