Rimini

Il bilancio dei carabinieri alla "prima" della Notte Rosa

Il riepilogo dei risultati conseguiti dai militari dell'Arma è di 2 persone arrestate e altrettante denunciate

Il bilancio dei carabinieri alla "prima" della Notte Rosa
| Altro
N. Commenti 0

08/luglio/2017 - h. 14.55

Per garantire il sereno svolgimento della Notte Rosa, in programma dal 07 al 09 luglio, l’Arma dei Crabinieri come al solito, oltre ai servizi di ordine pubblico, ha assicurato una serie di servizi di prevenzione e controllo impegnando ben 40 militari della Compagnia di Rimini e delle Stazioni dipendenti, nonché quelli delle Compagnie limitrofe, impiegati dalle 19.00 del 07 alle 06.00 del 08 luglio. I militari suddivisi in squadre “ad hoc” sono stati impiegati in spiaggia nei punti nevralgici della manifestazione canora, sui servizi pubblici e in luoghi affollati nell’attività di prevenzione e repressione di natura predatoria e inerenti gli stupefacenti. Una squadra inoltre, è stata impiegata per l’attività di prevenzione e repressione dei reati concernenti gli stupefacenti. 
Al termine dell’evento, il riepilogo dei risultati conseguiti è di 2 persone arrestate e altrettante denunciate. 
Arrestati in flagranza di reato: 
K.L., tunisino, 37enne, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, è stato sorpreso dai militari del Nucleo Operativo mentre cedeva 2 dosi di hashish ad altrettanti turisti poi segnalati quali assuntori alla Prefettura di Rimini. Lo spacciatore a seguito di perquisizione è stato trovato in possesso di ulteriori 7 grammi di cocaina e 200 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita e quindi sequestrati.
B.H., tunisino, 30enne, pregiudicato, senza fissa dimora, per rapina. Il malfattore, è stato individuato dai Militari dell’Aliquota Radiomobile ed a seguito di controllo è risultato gravato da ordine di carcerazione dovendo espiare una pena definitiva di anni 3 e mesi 1 di reclusione per aver commesso rapine e furti.
Deferivano altresì in stato di libertà:
Un 24/enne moldavo, per minaccia aggravata, poiché sorpreso subito dopo aver minacciato i turisti nei pressi di uno stabilimento balneare, con una pistola risultata poi a salve.
 
Un 42/enne, residente a Riccione, perché sorpreso alla guida del suo veicolo con un tasso alcolemico superiore a 0.80 gr/lt. Durante la manifestazione sono state altresì elevate 4 sanzioni amministrative per guida in stato di ebrezza con un tasso alcolemico inferiore a 0.80 gr/lt.
Per garantire il sereno svolgimento della Notte Rosa, in programma dal 07 al 09 luglio, l’Arma dei Crabinieri come al solito, oltre ai servizi di ordine pubblico, ha assicurato una serie di servizi di prevenzione e controllo impegnando ben 40 militari della Compagnia di Rimini e delle Stazioni dipendenti, nonché quelli delle Compagnie limitrofe, impiegati dalle 19.00 del 07 alle 06.00 del 08 luglio. I militari suddivisi in squadre “ad hoc” sono stati impiegati in spiaggia nei punti nevralgici della manifestazione, sui servizi pubblici e in luoghi affollati nell’attività di prevenzione e repressione di natura predatoria e inerenti gli stupefacenti. 

Una squadra inoltre, è stata impiegata per l’attività di prevenzione e repressione dei reati concernenti gli stupefacenti. Al termine dell’evento, il riepilogo dei risultati conseguiti è di 2 persone arrestate e altrettante denunciate. 

Arrestati in flagranza di reato: 

K.L., tunisino, 37enne, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato, per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, è stato sorpreso dai militari del Nucleo Operativo mentre cedeva 2 dosi di hashish ad altrettanti turisti poi segnalati quali assuntori alla Prefettura di Rimini. Lo spacciatore a seguito di perquisizione è stato trovato in possesso di ulteriori 7 grammi di cocaina e 200 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita e quindi sequestrati.

B.H., tunisino, 30enne, pregiudicato, senza fissa dimora, per rapina. Il malfattore, è stato individuato dai Militari dell’Aliquota Radiomobile ed a seguito di controllo è risultato gravato da ordine di carcerazione dovendo espiare una pena definitiva di anni 3 e mesi 1 di reclusione per aver commesso rapine e furti.

Deferiti in stato di libertà:

Un 24enne moldavo, per minaccia aggravata, poiché sorpreso subito dopo aver minacciato i turisti nei pressi di uno stabilimento balneare, con una pistola risultata poi a salve. 

Un 42enne, residente a Riccione, perché sorpreso alla guida del suo veicolo con un tasso alcolemico superiore a 0.80 gr/lt. Durante la manifestazione sono state altresì elevate 4 sanzioni amministrative per guida in stato di ebrezza con un tasso alcolemico inferiore a 0.80 gr/lt.