Rimini

Cocaina a domicilio, arrestato albanese

In sella ad uno scooter bianco l'hanno beccato con diverse dosi di cocaina e circa 500 euro in contanti

Cocaina a domicilio, arrestato albanese
| Altro
N. Commenti 0

13/luglio/2017 - h. 23.03

Gli agenti della Squadra Mobile della Questura erano impegnati in uno specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei reati predatori, quando hanno notato alcuni movimenti sospetti da parte di un uomo, già conosciuto in quanto consumatore abituale di sostanza stupefacente, in relazione al quale da qualche tempo era stata avviata una specifica attività di osservazione al fine di poter risalire e bloccare il suo venditore di fiducia.
Ieri in particolare i poliziotti, nel transitare a bordo dell’autovettura di servizio nei pressi dell’abitazione di quell’uomo, hanno effettuato uno specifico servizio di appostamento e osservazione. E pochi minuti dopo è puntualmente giunto a bordo di uno scooter bianco – riconosciuto dagli agenti in altri servizi di appostamento - un uomo che, dopo aver effettuato in velocità alcune manovre repentine è entrato nel cortile dell’abitazione.
Ritenendo che si potesse trattare di una transazione di stupefacente, gli operatori sono intervenuti e hanno iniziato i  controlli e le perquisizioni.
Alla vista degli agenti l’uomo in scooter ha tentato di disfarsi della droga, gettando un involucro di colore bianco oltre la recinzione del cortile del vicino condominio.
Il tentativo è stato vano, visto che i poliziotti hanno notato quel movimento e hanno subito recuperato quanto gettato: l’involucro infatti conteneva diverse dosi di cocaina, mentre nel portafogli gli agenti hanno rinvenuto circa 500 euro in denaro contante, sequestrato in quanto provento dell’attività di spaccio.
La quantità di droga, l’importante somma di denaro sequestrata, le modalità di occultamento  e di distribuzione a domicilio utilizzate, peraltro, rendono esattamente idea della consistente attività di traffico e spaccio dell’arrestato, confermata anche dall’esame del traffico telefonico.
L’uomo è stato quindi condotto presso gli Uffici della Questura dove è stato arrestato  per detenzione di droga ai fini di spaccio, reato per il quale l’uomo è stato giudicato con rito direttissimo.
Gli agenti della Squadra Mobile della Questura erano impegnati in uno specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei reati predatori, quando hanno notato alcuni movimenti sospetti da parte di un uomo, già conosciuto in quanto consumatore abituale di sostanza stupefacente, in relazione al quale da qualche tempo era stata avviata una specifica attività di osservazione al fine di poter risalire e bloccare il suo venditore di fiducia.

Ieri in particolare i poliziotti, nel transitare a bordo dell’autovettura di servizio nei pressi dell’abitazione di quell’uomo, hanno effettuato uno specifico servizio di appostamento e osservazione. E pochi minuti dopo è puntualmente giunto a bordo di uno scooter bianco – riconosciuto dagli agenti in altri servizi di appostamento - un uomo che, dopo aver effettuato in velocità alcune manovre repentine è entrato nel cortile dell’abitazione.

Ritenendo che si potesse trattare di una transazione di stupefacente, gli operatori sono intervenuti e hanno iniziato i controlli e le perquisizioni. Alla vista degli agenti l’uomo in scooter ha tentato di disfarsi della droga, gettando un involucro di colore bianco oltre la recinzione del cortile del vicino condominio.

Il tentativo è stato vano, visto che i poliziotti hanno notato quel movimento e subito recuperato quanto gettato: l’involucro infatti conteneva diverse dosi di cocaina, mentre nel portafogli gli agenti hanno rinvenuto circa 500 euro in denaro contante, sequestrato in quanto provento dell’attività di spaccio.

La quantità di droga, l’importante somma di denaro sequestrata, le modalità di occultamento  e di distribuzione a domicilio utilizzate, peraltro, rendono esattamente idea della consistente attività di traffico e spaccio dell’arrestato, confermata anche dall’esame del traffico telefonico. L’uomo è stato quindi condotto presso gli Uffici della Questura dove è stato arrestato  per detenzione di droga ai fini di spaccio, reato per il quale l’uomo è stato giudicato con rito direttissimo.