Ravenna

Soccorso natante in difficoltà con sette persone a bordo

Raggiunto dalla motovetta della Guardia Costiera che la scortava fino al porto

Soccorso natante in difficoltà con sette persone a bordo
| Altro
N. Commenti 0

14/luglio/2017 - h. 16.05

Alle 11 di questa mattina la sala operativa della Guardia Costiera di Ravenna riceveva una concitata richiesta proveniente da un natante da diporto di nome “Fabulus” il quale, con sette persone a bordo e  proveniente da Cesenatico ed in navigazione per Chioggia, si era trovato in difficoltà a causa delle improvvise e peggiorate condizioni meteomarine. Difatti, da una situazione tipicamente estiva si era repentinamente passati ad un peggioramento con forti raffiche di vento provenienti da nord est ed il conseguente mare agitato.
Dalla sala operativa veniva fatta intervenire la m/v CP 328 ed allertata inoltre la m/v CP 2085 di Porto Garibaldi mantenendo al contempo un costante contatto radio con l’imbarcazione in difficoltà, consigliando  all’imbarcazione,  di assumere rotta sud e andatura cosiddetta alla “cappa”.
La CP 328 si affiancava all’imbarcazione in difficoltà e la scortava verso il porto di Ravenna e, migliorate nel mentre le condizioni meteo marine,  continuava la navigazione verso l’ormeggio dove giungeva alle 14.30 con equipaggio e passeggeri incolumi.
Alle 11 di questa mattina la sala operativa della Guardia Costiera di Ravenna riceveva una concitata richiesta proveniente da un natante da diporto di nome “Fabulus” il quale, con sette persone a bordo e  proveniente da Cesenatico ed in navigazione per Chioggia, si era trovato in difficoltà a causa delle improvvise e peggiorate condizioni meteomarine. Difatti, da una situazione tipicamente estiva si era repentinamente passati ad un peggioramento con forti raffiche di vento provenienti da nord est ed il conseguente mare agitato.

Dalla sala operativa veniva fatta intervenire la m/v CP 328 ed allertata inoltre la m/v CP 2085 di Porto Garibaldi mantenendo al contempo un costante contatto radio con l’imbarcazione in difficoltà, consigliando  al natante di assumere rotta sud e andatura cosiddetta alla “cappa”.

La CP 328 si affiancava all’imbarcazione in difficoltà e la scortava verso il porto di Ravenna e, migliorate nel mentre le condizioni meteo marine,  continuava la navigazione verso l’ormeggio dove giungeva alle 14.30 con equipaggio e passeggeri incolumi.