Riccione

Due arresti per droga in discoteca

Segnalati ai carabinieri dal personale addetto alla sicurezza interna del Cocorico con hashish e Mdma

Due arresti per droga in discoteca
| Altro
N. Commenti 0

06/agosto/2017 - h. 12.24

Dalle 19 di ieri e fino alle ore 7 odierne, i carabinieri di Riccione, nel corso di articolato servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati contro il patrimonio, in materia di sostanze stupefacenti, alla prevenzione in tema di sicurezza stradale, hanno operato tre arresti e inoltrato una denuncia.
Questi gli interventi: 
Il personale addetto alla sicurezza interna della discoteca “Cocorico” notava che il giovane soggetto avvicinava in maniera sospetta alcuni coetanei. Osservandolo costantemente allertava i militari che giunti sul posto procedevano a fermare il ragazzo, S. E., 19enne albanese, residente a Modena, che, sottoposto a controllo veniva trovato in possesso di gr. 25,7 di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisi in dosi gia’ predisposte per la cessione a terzi;
Sempre al “Cocorico”, questa volta il personale addetto alla sicurezza della discoteca notava altri due giovani in attegiamento sospetto che, venivano bloccati dai carabinieri. C. F., 19 enne, e A. A., 21 enne, entrambi residenti nel milanese, sottoposti a controllo venivano trovati in possesso di gr.7,1 di Mdma suddivisi in dosi predisposte per la cessione. La droga veniva sequestrata unitamente alla somma complessiva di 330 euro ritenuta il provento della illecita attività di spaccio.
In un altro intervento, questa volta eseguito dai carabinieri di Misano Adriatico, i militari a seguito di un controllo, trovavano un turista svizzero, B. S. 44enne, in possesso, senza alcun giustificato motivo,  di un coltello a serramanico con lama di cm.10,5 che veniva sequestrato.
Sono stati inoltre segnalati alla Prefettura di Rimini sette assuntori di sostanze stupefacenti trovati in possesso complessivamente di grammi 1,7 di “hashish”, grammi 1,5 di “cocaina” e 35,9 di marijuana. Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di euro 1.200 circa. Tutti gli arrestati saranno sottoposti a rito direttissimo domani 7 agosto.
Dalle 19 di ieri e fino alle ore 7 odierne, i carabinieri di Riccione, nel corso di articolato servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati contro il patrimonio, in materia di sostanze stupefacenti, alla prevenzione in tema di sicurezza stradale, hanno operato tre arresti e inoltrato una denuncia.

Questi gli interventi: 

Il personale addetto alla sicurezza interna della discoteca “Cocorico” notava che il giovane soggetto avvicinava in maniera sospetta alcuni coetanei. Osservandolo costantemente allertava i militari che giunti sul posto procedevano a fermare il ragazzo, S. E., 19enne albanese, residente a Modena, che, sottoposto a controllo veniva trovato in possesso di gr. 25,7 di sostanza stupefacente del tipo hashish, suddivisi in dosi già predisposte per la cessione a terzi;

Sempre al “Cocorico”, questa volta il personale addetto alla sicurezza della discoteca notava altri due giovani in atteggiamento sospetto che, venivano bloccati dai carabinieri. C. F., 19 enne, e A. A., 21 enne, entrambi residenti nel milanese, sottoposti a controllo venivano trovati in possesso di gr.7,1 di Mdma suddivisi in dosi predisposte per la cessione. La droga veniva sequestrata unitamente alla somma complessiva di 330 euro ritenuta il provento della illecita attività di spaccio.

In un altro intervento, questa volta eseguito dai carabinieri di Misano Adriatico, i militari a seguito di un controllo, trovavano un turista svizzero, B. S. 44enne, in possesso, senza alcun giustificato motivo,  di un coltello a serramanico con lama di cm.10,5 che veniva sequestrato.

Sono stati inoltre segnalati alla Prefettura di Rimini sette assuntori di sostanze stupefacenti trovati in possesso complessivamente di grammi 1,7 di hashish, grammi 1,5 di cocaina e 35,9 di marijuana. Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di euro 1.200 circa. Tutti gli arrestati saranno sottoposti a rito direttissimo domani 7 agosto.