Lido di Savio

Neppure il tempo di denunciare il furto...

I bagagli rubati dall'auto, abbandonati in un campo poco distante da dove era avvenuto il furto

Neppure il tempo di denunciare il furto...
| Altro
N. Commenti 0

12/agosto/2017 - h. 17.05

 

Questa mattina una 42enne leccese di origine ma residente in Svizzera, si è presentata disperata dai Carabinieri della Stazione di Savio per denunciare che nel corso della notte alcuni ladri avevano frantumato il vetro posteriore la sua auto, rubando tre valige con i vestiti di tutta la famiglia, documenti e prodotti gastronomici vari. 
Neppure il tempo di finire di raccontare l’accaduto che il Maresciallo le mostrava i bagagli rinvenuti da una pattuglia, abbandonati in un campo poco distante da dove era avvenuto il furto. Sorpresa fino alla commozione la donna ha chiamato il marito che ha caricato le valige in macchina e la famigliola è potuta ripartire per la Svizzera.
Questa mattina una 42enne leccese di origine ma residente in Svizzera, si è presentata disperata dai Carabinieri della Stazione di Savio per denunciare che nel corso della notte alcuni ladri avevano frantumato il vetro posteriore la sua auto, rubando tre valige con i vestiti di tutta la famiglia, documenti e prodotti gastronomici vari. 

 

Neppure il tempo di finire di raccontare l’accaduto che il Maresciallo le mostrava i bagagli rinvenuti da una pattuglia, abbandonati in un campo poco distante da dove era avvenuto il furto. Sorpresa fino alla commozione la donna ha chiamato il marito che ha caricato le valige in macchina e la famigliola è potuta ripartire per la Svizzera.