Rimini

Scongiurato incendio a bordo di un'imbarcazione

Una densa coltre di fumo scaturita all’avaria della turbina del motore. In salvo i quattro occupanti

Scongiurato incendio a bordo di un'imbarcazione
| Altro
N. Commenti 0

22/settembre/2017 - h. 23.49

Nel corso della mattinata odierna pervenivano alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Rimini diverse segnalazioni riguardanti l’avvistamento di una densa colonna di fumo nero al largo delle coste di Rimini in direzione delle piattaforme di estrazione del gas naturale. 
Riscontrata la fondatezza dell’allerta è stato attivato il dispositivo operativo di soccorso a nave con incendio a bordo con l’invio sul posto della motovedetta CP 2107 e della motovedetta CP 842 con a bordo una squadra dei Vigili del Fuoco con dotazioni antincendio e contestualmente veniva effettuata una ricognizione aerea con elicottero della Guardia di Finanza, alzatosi in volo dal aeroporto di Rimini, che confermava la presenza di una spessa coltre di fumo proveniente da un’imbarcazione da diporto di circa sette metri. 
Una volta giunta sul posto, ed intercettata l’unità a circa 18 miglia dalla costa, l’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera CP 2107 accertava che i quattro occupanti del natante godevano di buona salute e che il fumo, proveniente dalla sala motori, era dovuto all’avaria della turbina del motore fortunatamente senza principi di incendio. Esperiti gli accertamenti del caso e valutati i rischi per la sicurezza della navigazione e per l’equipaggio, l’unità da diporto veniva scortata a lento moto nel porto di Rimini dalle due vedette intervenute. 
Nel corso della mattinata odierna pervenivano alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Rimini diverse segnalazioni riguardanti l’avvistamento di una densa colonna di fumo nero al largo delle coste di Rimini in direzione delle piattaforme di estrazione del gas naturale. 

Riscontrata la fondatezza dell’allerta è stato attivato il dispositivo operativo di soccorso a nave con incendio a bordo con l’invio sul posto della motovedetta CP 2107 e della motovedetta CP 842 con a bordo una squadra dei Vigili del Fuoco con dotazioni antincendio e contestualmente veniva effettuata una ricognizione aerea con elicottero della Guardia di Finanza, alzatosi in volo dal aeroporto di Rimini, che confermava la presenza di una spessa coltre di fumo proveniente da un’imbarcazione da diporto di circa sette metri. 

Una volta giunta sul posto, ed intercettata l’unità a circa 18 miglia dalla costa, l’equipaggio della motovedetta della Guardia Costiera CP 2107 accertava che i quattro occupanti del natante godevano di buona salute e che il fumo, proveniente dalla sala motori, era dovuto all’avaria della turbina del motore fortunatamente senza principi di incendio. Esperiti gli accertamenti del caso e valutati i rischi per la sicurezza della navigazione e per l’equipaggio, l’unità da diporto veniva scortata a lento moto nel porto di Rimini dalle due vedette intervenute.