Ravenna

Spacciatore beccato tenta la fuga colpendo i carabinieri

I militari lo hanno sorpreso e lui a sferrato calci e pugni prima di venire arrestato

Spacciatore beccato tenta la fuga colpendo i carabinieri

Foto di repertorio

| Altro
N. Commenti 0

03/ottobre/2017 - h. 15.03

Nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri di Ravenna hanno tratto in arresto un 23enne tunisino, senza fissa dimora, di fatto da tempo gravitante in città, diventato punto di riferimento degli assuntori di stupefacenti della zona. I militari lo hanno sorpreso tra via Gulli angolo via Grado nel momento in cui attendeva clienti. Lo straniero, intercettato, ha colpito i militari con calci e pugni per riuscire a fuggire, prima di essere definitivamente fermato.
I due giovani assuntori, nonostante le prime reticenze, di fronte alle evidenze raccolte dai militari confermavano di essere lì per comprare dello stupefacente dall’uomo, conosciuto nell’ambiente come un buon fornitore.
Per quanto accertato il tunisino è stato tratto in arresto per resistenza e spaccio di stupefacente.
Nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri di Ravenna hanno tratto in arresto un 23enne tunisino, senza fissa dimora, di fatto da tempo gravitante in città, diventato punto di riferimento degli assuntori di stupefacenti della zona. 

I militari lo hanno sorpreso tra via Gulli angolo via Grado nel momento in cui attendeva clienti. Lo straniero, intercettato, ha colpito i militari con calci e pugni per riuscire a fuggire, prima di essere definitivamente fermato. I due giovani assuntori fermati con lo spacciatore, nonostante le prime reticenze, di fronte alle evidenze raccolte dai militari confermavano di essere lì per comprare dello stupefacente dall’uomo, conosciuto nell’ambiente come un buon fornitore.

Per quanto accertato il tunisino è stato tratto in arresto per resistenza e spaccio di stupefacente.