Milano Marittima

Transessuale aggredisce ristoratore e carabinieri

In un noto ristorante etnico da in escandescenze perché ripreso per gli abiti succinti

Transessuale aggredisce ristoratore e carabinieri
| Altro
N. Commenti 0

08/ottobre/2017 - h. 03.03

L'altra notte i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cervia – Milano Marittima, nel corso di servizio perlustrativo per il controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato di “violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento”, I.M. 24enne transessuale bulgaro, dedito al meretricio.
Gli uomini della gazzella, poco dopo mezzanotte, intervenivano unitamente alla pattuglia della Stazione di Savio presso un noto ristorante etnico di Milano Marittima, ove un avventore in abiti particolarmente succinti, di fronte alle rimostranze del proprietario, dava in escandescenza aggredendolo e facendo volare sedie e tavolini. Alla vista dei Carabinieri, allo scopo di sottrarsi al controllo li aggrediva, causando a due di essi lievissime lesioni. Trascorsa la notte in camera di sicurezza, ieri mattina è comparso davanti all’A.G. ravennate che ha convalidato l’arresto, condannandolo a 3 anni di carcere (!).
L’arrestato, all’esito dell’intervento e dei conseguenti accertamenti sanitari, è stato anche deferito per il reato di “ubriachezza” e segnalato alla Prefettura come consumatore di sostanze stupefacenti.
L'altra notte i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cervia – Milano Marittima, nel corso di servizio perlustrativo per il controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato di “violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento”, I.M. 24enne transessuale bulgaro, dedito al meretricio.

Gli uomini della gazzella, poco dopo mezzanotte, intervenivano unitamente alla pattuglia della Stazione di Savio presso un noto ristorante etnico di Milano Marittima, ove un avventore in abiti particolarmente succinti, di fronte alle rimostranze del proprietario, dava in escandescenza aggredendolo e facendo volare sedie e tavolini. Alla vista dei Carabinieri, allo scopo di sottrarsi al controllo li aggrediva, causando a due di essi lievissime lesioni. Trascorsa la notte in camera di sicurezza, ieri mattina è comparso davanti all’A.G. ravennate che ha convalidato l’arresto, condannandolo a 3 anni di carcere (!).

L’arrestato, all’esito dell’intervento e dei conseguenti accertamenti sanitari, è stato anche deferito per il reato di “ubriachezza” e segnalato alla Prefettura come consumatore di sostanze stupefacenti.