Gatteo a Mare

Litigio tra fidanzati: lei finisce all'ospedale, lui in carcere

19enne violento aggredisce in strada la convivente 30enne, un carabiniere fuori servizio interviene

Litigio tra fidanzati: lei finisce all'ospedale, lui in carcere
| Altro
N. Commenti 0

19/ottobre/2017 - h. 11.14

 

Un carabiniere  libero dal servizio, nel transitare con la sua auto nei pressi dell’uscita di Gatteo a Mare della S.S. 16 “Adriatica”, sabato scorso, assisteva ad una lite tra due fidanzati, per poi richiedere l’intervento della pattuglia e, nell’attesa, intervenire immediatamente, riuscendo con fatica a separarli ed a scongiurare ben più gravi conseguenze alla ragazza.
E’ emerso che l’uomo, M.G., 19enne disoccupato, residente a Cesena, con precedenti per furto aggravato, lesioni personali e violenza privata, dopo un litigio per futili motivi ed aver percosso la fidanzata 30enne, sua convivente, a bordo della autovettura della vittima, la gettava fuori dall'abitacolo, facendola cadere nel vicino fossato, la aggrediva verbalmente, ripetendole numerose ingiurie e le si avventava sopra colpendola ripetutamente, procurandogli frattura del sacro e policontusioni successivamente giudicate guaribili in 15 gg, oltre ad aver più volte aveva invaso la sede stradale rischiando di essere investito. 
Il ragazzo, accompagnato presso il Comando dei Carabinieri di Savignano, continuava a tenere un atteggiamento aggressivo e minaccioso, opponendo resistenza ai militari ed ingiuriandoli, tanto che per riportarlo alla calma veniva richiesto intervento di personale sanitario del 118 che gli somministrava del calmante. 
Tratto in arresto per i reati di violenza privata, minaccia, lesioni personali e resistenza a un Pubblico Ufficiale e difeso dall’avvocato Francesca Versari del Foro di Forlì, così come disposto dal Pm di turno presso la Procura, Sara Posa, è stato trattenuto in camera sicurezza di quel Comando e nel corso della mattina di domenica è stato associato presso la Casa Circondariale di Forli’, dove poi il G.I.P. ha convalidato l’arresto e ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.
Un carabiniere  libero dal servizio, nel transitare con la sua auto nei pressi dell’uscita di Gatteo a Mare della S.S. 16 “Adriatica”, sabato scorso, assisteva ad una lite tra fidanzati, per poi richiedere l’intervento della pattuglia e, nell’attesa, intervenire immediatamente, riuscendo con fatica a separarli ed a scongiurare ben più gravi conseguenze alla ragazza.

 

E’ emerso che l’uomo, M.G., 19enne disoccupato, residente a Cesena, con precedenti per furto aggravato, lesioni personali e violenza privata, dopo un litigio per futili motivi ed aver percosso la fidanzata 30enne, sua convivente, a bordo della autovettura della vittima, la gettava fuori dall'abitacolo, facendola cadere nel vicino fossato, la aggrediva verbalmente, ripetendole numerose ingiurie e le si avventava sopra colpendola ripetutamente, procurandogli frattura del sacro e policontusioni successivamente giudicate guaribili in 15 gg, oltre ad aver più volte aveva invaso la sede stradale rischiando di essere investito. 

Il ragazzo, accompagnato presso il Comando dei Carabinieri di Savignano, continuava a tenere un atteggiamento aggressivo e minaccioso, opponendo resistenza ai militari ed ingiuriandoli, tanto che per riportarlo alla calma veniva richiesto intervento di personale sanitario del 118 che gli somministrava del calmante. 

Tratto in arresto per i reati di violenza privata, minaccia, lesioni personali e resistenza a un Pubblico Ufficiale e difeso dall’avvocato Francesca Versari del Foro di Forlì, così come disposto dal Pm di turno presso la Procura, Sara Posa, è stato trattenuto in camera sicurezza di quel Comando e nel corso della mattina di domenica è stato associato presso la Casa Circondariale di Forli’, dove poi il G.I.P. ha convalidato l’arresto e ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.