Cesenatico

Lunedì sera al Palazzo del Turismo sarà proiettato il corto "Luigino"

La colonna sonora della serata, proprio come quella del cortometraggio, sarà di Mecco Guidi che, in terzetto, suonerà dal vivo brani di walzer e mazurka

Lunedì sera al Palazzo del Turismo sarà proiettato il corto "Luigino"

Il Cast

| Altro
N. Commenti 0

09/marzo/2018 - h. 14.13

CESENATICO - Al Palazzo del Turismo di Cesenatico sarà presentato il corto "Luigino", realizzato dal regista cesenaticense Paolo De Lucia. Il centro dell'evento sarà la visione del corto già vincitore di Amacort nella sua catogoria, accompagnato da un'installazione di Tribu, artista di Cesenatico, e dalla musica di Mecco Guidi.
 
Lunedì 12 marzo alle ore 21 la proiezione di “Luigino” sarà un’occasione per stare insieme riscoprendo una romagnolità linguistica, musicale, gastronomica e artistica tanto decantata quanto spesso e volentieri dimenticata. In terrazza chiunque vorrà potrà gustare vino e ciambella offerto dai pescatori di Cesenatico,  parlando  con  il  cast  di  “Luigino”:  da  Piergiuseppe  Bertaccini  in   arte “Sgabanaza” fino a Gennaro Di Biase, noto e valente attore di successo nel panorama teatrale italiano e straniero. 
La colonna sonora della serata, proprio come quella del cortometraggio, sarà di Mecco Guidi che, in terzetto, suonerà dal vivo brani di walzer e mazurka. Oltre alla visione del corto ci si potrà muovere all’interno di un’installazione di Tribu, noto artista di Cesenatico. Nella serata ci saranno anche gli interventi di Andrea Pari, scrittore di Gatteo Mare, e di membri della Bottega del Teatro di Cesena che ricorderanno Franco Mescolini, attore recentemente scomparso, che più di tutti è riuscito a dare una levatura teatrale al dialetto romagnolo.Parteciperanno anche tutti quelli che si sono improvvisati attori e attrici sudando, divertendosi e parlando in quella che resterà sempre la nostra “prima lingua del mondo”, il dialetto romagnolo. 

L’opera «“Luigino”,-spiega il regista De Lucia-, è nato da una rivoluzione personale, che ho voluto far rivivere, esasperandola, al protagonista di questa storia L’ambientazione di  questo  corto  è  quella  che   considero   casa.  Casa,  fra   tutti,   è  il   sostantivo  più plurale che esista: sono le mie radici, i miei riferimenti, la musica tipica dei paesaggi che ho visto fin da quando ero bambino, le strade che hanno accolto il sangue delle mie prime cadute in bicicletta, il dialetto romagnolo, le merende con i miei nonni. Oggi il desiderio è presentare a tutti quelli che hanno sempre visto il mio stesso cielo e si sono bagnati nel mio stesso mare. Poiché è vero che qualunque cosa nasca si può moltiplicare solo se condivisa». La serata è resa possibile dal Comune di Cesenatico, da Gesturist, dalla Cooperatva Casa del Pescatore e Cooperativa degli Stabilimenti Balneari.

Il Cast: Gennaro Di Biase, Piergiuseppe Bertaccini, Mariano Arenella, Carmine Borrino, Flavio soldati, Nino Severi, Bruno Casalboni, Laura Sansovini, Franco Leoni, Salvatore De Lucia, Roberto Gattei.