Ravenna

Il giornalista di Sky Alessandro Alciato racconta i Demoni dei calciatori

Un libro cheriesce a far luce sui “fantasmi”, sui momenti bui che i più celebri calciatori, allenatori e dirigenti hanno dovuto sconfiggere.

Il giornalista di Sky Alessandro Alciato racconta i Demoni dei calciatori
| Altro
N. Commenti 0

10/dicembre/2018 - h. 18.40

Il giornalista di Sky Alessandro Alciato sarà al Bronson Café di Madonna dell'Albero il 19 dicembre alle 21 per presentare il suo ultimo libro: Demoni (Vallardi editore). Con lui ci sarà il collega Marco Nosotti.  Alciato in questo libro dà voce, una voce intima e profonda, ai protagonisti del calcio, offrendo un’immagine assolutamente inedita di un mondo di cui conosciamo quasi soltanto i successi, le glorie, le emozioni collettive. Demoni riesce a far luce sui “fantasmi”, sui momenti bui che i più celebri calciatori, allenatori e dirigenti hanno dovuto sconfiggere.

Qualche nome? l’ucraino Andriy Shevchenko, Pallone d’Oro nel 2004, racconta la sua fuga da Chernobyl; Gigi Buffon, da molti considerato il più grande portiere di sempre, la sua depressione; Mario Balotelli – un italiano in Italia – che spiega come ha affrontato il razzismo; Antonio Cassano che è riuscito a venire a patti con il suo “cuore matto”; Zlatan Ibrahimović che con il suo stile fuori dagli schemi, appreso nel ghetto di Rosengard, ha saputo riscattarsi grazie alla passione per il calcio; Kakhaber Kaladze che, nonostante la terribile tragedia che ha colpito la sua famiglia (il rapimento e l’uccisione del fratello), è riuscito a vincere sia nel mondo del calcio, sia nella politica; Fabio Pisacane, calciatore dell’anno 2016 per The Guardian per aver rifiutato di farsi coinvolgere nel calcioscommesse, che si è risvegliato dal coma; Fabio Quagliarella, vittima di stalking da parte di un insospettabile poliziotto, sedicente amico; Attilio Romero, prima tifoso, poi presidente del Torino, fu coinvolto nell’incidente mortale dell’amatissimo campione Gigi Meroni; Arrigo Sacchi che ha fatto dello stress la sua arma vincente sul campo e nella vita; il burbero allenatore Siniša Mihajlović rievoca la guerra dei Balcani; il centrocampista Marco Verratti sconvolto dal terremoto dell’Aquila; il promettente giocatore senegalese Mamadou Coulibaly che ricorda il suo drammatico viaggio in barcone per raggiungere l’Europa.