Imola

Eventi culturali, dal Comune 30mila euro

Dei 25 progetti presentati solo 14 si sono aggiudicati il contributo. Saranno pagati in due anni

Eventi culturali, dal Comune 30mila euro
| Altro
N. Commenti 0

13/novembre/2014 - h. 09.30

IMOLA - Su 25 che avevano presentato il progetto, solo 14 ce l’hanno fatta e hanno ottenuto l’appoggio sperato dal Comune. Che si è tradotto in un contributo economico che complessivamente ha sfiorato la cifra di 30mila euro. E’ questa la spesa che l’ente di piazza Matteotti assegnerà per il 2014 e il 2015 alle associazioni che hanno programmato iniziative culturali. I fondi, stanziati con una delibera depositata a inizio mese, saranno distribuiti in due tranche, tra la fine dell’anno e l’inizio del prossimo. A beneficiarne 14 soggetti tra enti e associazioni che avevano presentato entro i tempi prefissati dal bando la richiesta con i dettagli del progetto. Prima fra tutte l’associazione Emilia Romagna Festival, che per organizzare la kermesse ripresa a inizio settembre e tuttora in corso potrà contare sui 9mila euro concessi dal Comune. A seguire - in ordine di grandezza - la Proloco di Imola, che per gli eventi orientati alla promozione della città avrà 6mila euro. All’associazione Acqua di Terra Terra di Luna andranno 2.750 euro per il progetto “Le rose rosse no. Grande guerra dalle memorie di pietra alla memoria viva”. Fondi per l’ammontare di 2mila euro anche ai laboratori teatrali di Tilt (Trasgressivo Imola) e al circolo culturale filatelico “G. Piani”, la cui attività espositiva della durata di un anno (iniziata il Primo maggio che proseguirà fino al 30 aprile dell’anno prossimo) avrà 1.800 euro di contributo. A Sesto Imolese, l’asociazione Festagri ha ottenuto 1.500 euro per la ventesima edizione della Festa dell’Agricoltura.

Poi altri 5mila euro, spartiti in egual misura tra il Gruppo studi sociali Errico Malatesta (e investiti nell’attività autunnale), l’associazione musicale Lyrique (promotrice della rassegna concertistica “Voci e musica per la città”), le rassegne “Primule sonore” e “Concerti d’autunno” dell’associazione Recondite Armonie, l’associazione senza scopo di lucro ScienzaE, e l’associazione Il lavoro dei contadini che nel 2015 riproporrà “Fuochi magici nelle Romagne: Lom a merz”, Ultimi della lista Focus D, che avrà 800 euro, la casa editrice digitale per le arti e lo spettacolo Cue Press (500 euro) e il Gruppo micologico imolese con i corsi, la mostra e le gite micologiche (300 euro). Per l’esattezza 29.650 euro. Questa la cifra disposta dal Comune, escludendo quegli enti o associazioni la cui richiesta è stata rigettata per svariati motivi. A questi si aggiungeranno altri 1.522 euro, stanziati per la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre il 25 novembre. L’organizzazione è stata affidata a due ditte private. Si tratta della ravennate St.art scrl, che ha chiesto mille euro per occuparsi della proiezione dei due film inseriti nel cartellone: martedì prossimo “La bicicletta verde” di Haifaa Al Mansour, e martedì 2 dicembre “Un giorno perfetto” di Ferzan Ozpetek. La cooperativa sociale Artemisia di Imola - già assegnataria per i servizi di supporto alle attività teatrali e culturali del settore cultura del Comune - gestirà i servizi di sorveglianza interna al teatro dell’Osservanza durante le proiezioni, per un totale di 522 euro. La visione delle due pellicole sarà gratuita, seguendo la linea inaugurata già negli anni passati. L’obiettivo palesato dall’amministrazione è di creare “una connessione fra l’8 marzo e il 25 novembre per riflettere sulla condizione femminie attraverso un mezzo emozionante, amato e popolare quale è il cinema”.

FedS