Imola

La Regione “spinge” la F1, il Gp va soffiato a Monza

La città deve tenersi pronta con i soldi per organizzare una corsa nel 2017 e tifare che in Brianza resistano almeno l’anno prossimo

La Regione “spinge” la F1, il Gp va soffiato a Monza

L’ultimo Gran premio di San Marino corso nel 2006 sul tracciato dell’Autodromo “Ferrari” (foto Sanna)

| Altro
N. Commenti 0

23/ottobre/2015 - h. 11.50

IMOLA - All’insegna dell’ordine più sparso, la politica imolese non ha accantonato l’idea di provare a riportare una corsa del campionato mondiale di Formula 1 di automobilismo: il che significa alimentare una speranziella legata al fatto che salti l’appuntamento di Monza, per accaparrarsi il Gran premio d’Italia. 

Il ritorno delle monoposto sul circuito delle Acque Minerali però può concretizzarsi se a Imola e dintorni si comincia a “fare cassa” per mettere sul piatto almeno 20 milioni di euro per aggregarsi al “circus” e allo stesso tempo sperare che a Monza il Gp d’Italia si corra domenica 4 settembre come da calendario 2016 e che poi in Brianza alzino bandiera bianca di fronte all’impossibilità di trovare i soldi per organizzare la gara. 

O anche che Monza rinunci a Mondiale iniziato, vale a dire dal 20 marzo in poi, nell’eventualità di ripetere quanto avvenuto con Gp di Germania, cancellato da ultimo quest’anno ma riproposto con basi solide nel 2016. Anno in cui i Gp in calendario sono 21, uno in più del “solito” come a essere pronti in caso nel salti uno: e si sa qual è l’anello debole... Altrove, Azerbaijan compreso, ci sono strutture, volontà e soldi. La peggiore delle ipotesi, non da escludere purtroppo, è che in Italia non si corra più. 

Per il “si può fare” sono il consigliere Roberto Poli (primo firmatario) e il presidente del gruppo del Pd in Regione Stefano Caliandro all’indomani dell’approvazione, avvenuta all’unanimità, della risoluzione in cui si chiede “alla Giunta di assicurare il sostegno della Regione per creare le condizioni favorevoli per la disputa del Gran premio di Formula 1 all’Autodromo di Imola”, nel caso Monza non vada oltre il 2016. 

“Pensiamo però ad esempio al Governo Renzi che si è schierato a sostegno del Gp di Monza - dice Daniele Marchetti consigliere regionale della Lega Nord - e ha concesso defiscalizzazioni per fare in modo che Regione Lombardia possa fare degli investimenti. Come Lega abbiamo presentato un emendamento, anche per riportare il Pd con i piedi per terra, chiarendo che l’obiettivo deve essere quello di creare un vero e proprio sistema attorno al circuito imolese e renderlo nuovamente attrattivo. Noi vigileremo, perché se è vero che in questo momento storico le Istituzioni devono stare attente a spendere dei soldi, è altrettanto vero che dobbiamo tutelare l’autodromo e il suo indotto”. 
Rodolfo Cacciari