Imola

Cosa succederebbe se il Movimento 5 Stelle espellesse la sindaca?

Esplode il caso Longhi: vari gli scenari possibili: con la maggioranza compatta le elezioni sono evitabili

Manuela Sangiorgi sindaco

La sindaca nel suo ufficio

| Altro
N. Commenti 0

16/aprile/2019 - h. 18.37

"Luca Longhi è la persona migliore che abbia mai conosciuto" e il Movimento usa "evidentemente due pesi e due misure". Manuela Sangiorgi, sindaco di Imola, difende a spada tratta il suo assessore alla Sicurezza, entrato in giunta al posto di Ezio Roi. Longhi è finito al nel mirino del collegio dei probiviri del Movimento a causa di una vecchia condanna, risalente a 25 anni fa. Sangiorgi non ha però dubbi: il bersaglio che s i vuole colpire è lei. Lo scrive a chiare lettere in un post su Facebook. Secondo alcune interpretazioni, le vecchie ruggini con la parte del Movimento più legata a Roi sarebbero all'origine della disputa oltre al fatto che Longhi è considerato molto vicino alla Lega Nord. Il Carroccio nelle ultime settimane è tornato ad essere un competitor de i Cinque Stelle, ansiosi di smarcarsi dall'alleato di governo in vista delle prossime Europee. Ma cosa può succedere nel caso in cui la.sindaca perdesse il simbolo del Movimento? Lo scenario è ampio: si va dalle dimissioni al mantenimento della carica. Quest'ultimo caso sarebbe possibile però soltanto se il Movimento restasse compatto in consiglio comunale. L'aula potrebbe infatti presentare una mozione di sfiducia al sindaco (serve la firma dei due quinti dei consiglieri) e nel caso fosse votata si andrebbe a nuove elezioni.