imola

L'Andrea Costa è pronta a ritornare al "PalaRuggi"

La delibera del consiglio federale permetterà al club di giocare nel vecchio impianto già dalla prossima stagione, abbandonando così Faenza

Foto Sanna
| Altro
N. Commenti 0

12/aprile/2012 - h. 10.12

IMOLA - Casa dolce casa. L'Andrea Costa potrà finalmente riabbracciare il "PalaRuggi" a partire dalla stagione 2012/13, abbandonando l'esilio faentino del "PalaCattani". E' dal campionato 1998/99 (anno delll'approdo in serie A1) che Imola è costretta a giocare nella città manfreda a causa dei problemi di capienza legati al vecchio impianto. Ieri pomeriggio, però, la Legadue ha deliberato un provvedimento storico, abbassando il numero minimo della capienza di ogni palasport dall'attuale 2500 a 2000, decisione presa dopo che molte società negli ultimi anni sono state costrette ad emigrare causa le dimensioni ridotte del palazzetto.

Ampliando i posti dagli attuali 1500 a 2000, il "PalaRuggi" tornerà agibile già a partire da settembre, risolvendo l'annoso problema della costruzione di un nuovo palasport cittadino. La dirigenza ha già gettato le basi con l'amministrazione comunale imolese per il restyling che dovrebbe partire a giugno terminando entro il 2012, con Imola che giocherebbe così le prime gare di campionato al "PalaCattani" e nella seconda parte di stagione ritornerebbe a casa. Ora spetta all'amministrazione dare il nullaosta definitivo.

Curioso è come l'impianto faentino, vera e propria cattedrale nel deserto costruita ad inizio anni novanta ed inaugurata nel 1998 con l'amichevole Italia - Francia, stia perdendo gli inquilini mese dopo mese. A dicembre è toccato al Club Atletico Faenza e ora potrebbe essere la volta dell'Andrea Costa Imola. In un impianto da 5000 posti resterebbero dunque soltanto i Raggisolaris Faenza, formazione di basket militante nel basket di Promozione, e alcune squadre amatoriali.