imola

Rapinatori traditi dal semaforo

Dopo aver rubato l'incasso dal Conad di via Villa, i malviventi sono stati arrestati a Castel San Pietro, mentre erano fermi ad un incrocio

Rapinatori traditi dal semaforo
| Altro
N. Commenti 0

19/luglio/2012 - h. 12.46

IMOLA - Ieri pomeriggio i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bologna insieme ai colleghi della Compagnia di Imola, hanno arrestato due pregiudicati italiani che avevano appena eseguito una rapina a mano armata al supermercato Conad di via Villa a Imola. I due rapinatori sono stati bloccati ed arrestati dopo una lungo inseguimento al semaforo posto ad un incrocio di viale Repubblica di Castel San Pietro Terme.

I due uomini erano entrati nel supermercato con in testa un casco da motociclista, guanti e con un'arma in pugno intimando la cassiera di consegnare loro l'incasso che ammontava a 800 euro. Una volta preso il malloppo sono fuggiti a bordo di uno scooter, risultato poi rubato qualche giorno prima ad un avvocato bolognese. I carabinieri sono poi riusciti a rintracciare i rapinatori (che nel frattempo avevano abbandonato il mezzo per salire a bordo di una Citroen C3) lungo la via Emilia mentre stavano viaggiando in direzione Bologna. I militari hanno aspettato che la Citroen si fermesse ad un semaforo per entrare in azione, circondando la vettura e impedendo la fuga. I due rapinatori hanno comunque cercato di scappare speronando le "gazzelle" non riuscendo però nel loro intento. Dopo averli immobilizzati, i militari hanno trovato nella loro auto, oltre all’intera refurtiva, i due caschi ed i guanti usati per il colpo ed un cambio completo di vestiti.

Sotto uno dei sedili anteriori è stato inoltre
rinvenuto un revolver carico con matricola abrasa. Per i due malviventi entrambi pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e residenti a Bologna, sono così immediatamente scattate le manette con l’accusa di rapina, ricettazione, porto abusivo di arma da fuoco, resistenza e danneggiamento, tutti reati aggravati in concorso.