Macerata

Fatta a pezzi e nascosta in due valigie: fermato un uomo

Si tratta di un nigeriano. Nella sua abitazione i vestiti sporchi di sangue della vittima, la 18enne Pamela Mastropietro

Fatta a pezzi e nascosta in due valigie: fermato un uomo

Pamela Mastropietro è stata uccisa

| Altro
N. Commenti 0

31/gennaio/2018 - h. 18.51

E' di Pamela Mastropietro il corpo trovato smembrato nella mattina del 31 gennaio dentro due valigie trolley abbandonate nelle campagne di Pollenza, in provincia di Macerata. La diciottenne si era allontanata  il 29 gennaio dalla comunità di recupero "Pars" di Corridonia, di cui era ospite.
E' la conclusione a cui sono giunti i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Macerata, dopo la prima ispezione del medico legale. Le valigie abbandonate in un fosso erano state notate da un passante, non lontano dal cancello di una villetta in Via dell'Industria. Pensando che si trattasse di droga o di refurtiva ha chiamato i carabinieri, che hanno fatto la macabra scoperta. Tutta l'area è stata immediatamente interdetta.
La notizia della scomparsa era stata data da "Chi l'ha visto" su Rai Tre ed era stato immediatamente condiviso dal Comune e dai cittadini. La ragazza, scriveva la trasmissione, "sta attraversando un momento di grande fragilità e potrebbe avere bisogno di aiuto". Con sé, quando è scomparsa, aveva un trolley molto grande ma non si sa ancora se sia unadelle due in cui è stata trovata morta. Questa mattina le forze dell'ordine hanno fermato un nigeriano, Innocent Oseghale, che potrebbe essere il responsabile della morte della 18enne romana. A casa dell'uomo i carabinieri del Ris hanno trovato i vestiti della vittima sporchi di sangue e altre tracce ematiche.