Governo

Carlo Cottarelli accetta l'incarico: senza fiducia al voto dopo agosto

Nel caso in cui il governo dovesse ottenere il sì del Parlamento, si andrebbe alle urne all'inizio del 2019, dopo aver approvato la legge di biliancio

Carlo Cottarelli accetta l'incarico: senza fiducia al voto dopo agosto
| Altro
N. Commenti 0

28/maggio/2018 - h. 12.36

Elezioni ad inizio 2019 in caso di fiducia. In caso contrario, si andrà al voto dopo ad agosto. Carlo Cottarelli ha accettato l'incarico di formare un governo "molto ristretto" col compito di approvare la legge di bilancio, nel caso il Parlamento accordi la fiducia. In caso contrario il nuovo governo si dimetterebbe immediatamente "e si andrebbe al voto dopo il mese di agosto". Questo in sintesi quanto detto da Cottarelli, che si è anche impegnato a non candidarsi ("e lo stesso chiederò ai ministri") alle prossime elezioni. Cottarelli ha ricordato che, nonostante le tensioni sui mercati, l'economia dell'Italia è in crescita e ha assicurato la fiducia del Paese all'area euro.