LECCE: RAGAZZA MORTA A RAVE PARTY, DA PRIMI RISULATI AUTOPSIA DROGA CAUSA DECESSO

| Altro
N. Commenti 0

17/agosto/2009 - h. 20.46

Lecce, 17 ago. - (Adnkronos) - E' stata quasi certamente l'assunzione di stupefacenti a provocare la morte di L. L., la ragazza di 23 anni, di Potenza che si e' sentita male ieri mattina nelle campagne di Marittima di Diso, in provincia di Lecce, dove stava partecipando a un rave party. Questi i primi risultati dell'autopsia eseguita dal medico legale Roberto Vaglio su disposizione del pm della Procura salentina Angela Rotondano. Solo l'esame tossicologico potra' stabilire quale tipo di droga abbia assunto e se si sia trattato di un cocktail di sostanze oppure di overdose o di una partita tagliata male. Sul corpo della ragazza non ci sono segni di violenza. Il pm non ha ancora dato il nulla osta per i funerali. Per quanto riguarda le indagini su come la vittima si sia procurata la droga, le stesse si presentano piuttosto complesse poiche' potrebbe essere stato chiunque dei quasi 2.000 partecipanti al rave a cedere la sostanza letale oppure la giovane potrebbe essersi procurata la droga altrove, prima di giungere nel Salento. Sul fronte delle indagini sull'invasione di terreni si potra' procedere solo su querela di parte dei proprietari dei fondi nei quali si e' svolta la festa che pero' non c'e' stata. Come anche per eventuali danneggiamenti. Sembra tuttavia che i terreni fossero incolti e che i giovani organizzatori abbiano addirittura ripulito la zona dalle erbacce. I carabinieri hanno identificato 300 partecipanti tra i quali ci sarebbero anche i promotori e gli organizzatori del rave.

(Pas/Gs/Adnkronos)