italia/estero

Presa la “gola profonda” del Vaticano

Si tratterebbe dell'aiutante di camera della famiglia pontificia, in sostanza il cameriere del Pontefice

Presa la “gola profonda” del Vaticano
| Altro
N. Commenti 0

25/maggio/2012 - h. 18.26

ROMA - Il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha rivelato che l'indagine della Gendarmeria vaticana sulla diffusione di documenti segreti “ha permesso di individuare una persona in possesso illecito di documenti riservati”.
È il maggiordomo del Papa la "gola profonda" che ha fatto uscire dal Vaticano le carte segrete. Si tratta di Paolo Gabriele, aiutante di camera della famiglia pontificia, in sostanza il cameriere del Pontefice. Sarebbe già stato ascoltato in un interrogatorio dal promotore di giustizia vaticano, Nicola Picari. Secondo alcune indiscrezioni, una mole ingente di documenti riservati è stata trovata dalla Gendarmeria Vaticana nell'appartamento di Gabriele, inserito nella Famiglia del Papa dopo essere stato a servizio del prefetto della Casa Pontificia, monsignor James Harwey.

Gabriele, Paoletto negli ambienti vaticani, figura nell'Annuario Pontificio con la qualifica di "aiutante di camera" del Papa ed è tra i "familiari" di Sua Santità. Fa parte infatti del ristretto gruppo di persone ammesse all'interno della «famiglia pontificia». Una selezionatissima cerchia di persone che lavorano a contatto con Benedetto XVI: uno staff di collaboratori in cui figurano anche quattro laiche, coordinate da una suora tedesca. È diventato maggiordomo del Pontefice nel 2006, con il passaggio di consegne da parte di Angelo Gugel, per anni a servizio di Giovanni Paolo II Gabriele sarebbe uno dei pochi laici ammessi all'interno delle stanze degli appartamenti papali.

Nei giorni scorsi il Vaticano
aveva definito “atto criminoso” la pubblicazione di documenti riservati e di lettere private al Papa in un libro del giornalista Gianluigi Nuzzi. Il sollegamento di questo con sia avvenuto oggi. Il contenuto del libro ha fatto scattare la “caccia alla gola profonda” della Gendarmeria Vaticana.