italia/estero

Tre atleti alle Paralimpiadi accusati di aggressione sessuale

Il provvedimento riguarda tre giordani accusati di reati a sfondo sessuale in Irlanda del Nord, dove si tiene la manifestazione olimpica

Tre atleti alle Paralimpiadi accusati di aggressione sessuale
| Altro
N. Commenti 0

27/agosto/2012 - h. 11.50

LONDRA - Il Comitato Paralimpico Giordano conferma che tre membri del team della Giordania accusati di aggressione sessuale in Irlanda del Nord sono stati ritirati dalle Paralimpiadi, assicurando che saranno riportati in Irlanda del Nord per un'udienza il 18 ottobre. "Sarebbe inappropriato - si legge nella nota diffusa dal comitato - permettere agli sportivi in stato d'accusa di partecipare ai Giochi". Gli uomini erano stati fermati la scorsa settimana a nordovest di Belfast, dove la squadra giordana si stava allenando in vista delle Paralimpiadi che inizieranno il 29 agosto a Londra.

Si tratta di due atleti, il 31enne Omar Sami Qaradhi
e il 35enne Fasal Hammash, e di un allenatore, Motaz Al Junaidi di 45 anni. I tre sono accusati di molestie sessuali nei confronti di ragazze di 14 e 16 anni. In particolare, verso Qaradhi sono stati formulati tre capi d'accusa di aggressione sessuale, due dei quali contro minorenne. L'uomo è inoltre stato incriminato per voyeurismo, per essere entrato nello spogliatoio delle donne nel centro sportivo locale. Nei confronti di Junaidi è stato formulato un capo d'accusa di aggressione sessuale, mentre Hammash è accusato di aver incitato le due ragazze a prendere parte ad attività sessuali. Ieri i tre sono stati rilasciati dietro il pagamento della cauzione.