Alfonsine

Il nuovo labirinto dell'effimero: tre chilometri di percorso in 70mila metri quadri

L'azienda agricola Galassi torna con la sua opera estiva: la prima edizione risale al 2007, poi il dedalo di mais si è via via allargato

Il nuovo labirinto dell'effimero: tre chilometri di percorso in 70mila metri quadri
| Altro
N. Commenti 0

13/giugno/2018 - h. 13.39

Per tutta l’estate, fino a metà settembre dalle 16 alle 22, ad Alfonsine (RA) sarà possibile visitare anche per il 2018 un’opera assolutamente unica. Si tratta del Labiritno Effimero, uno dei più grandi d’Europa con i suoi 70.000 mq di superficie e 3 chilometri di sentieri, che da qualche anno a questa parte ha acquisito anche la connotazione di “dinamico”, che lo rende l’unico al Mondo per dimensioni. Effimero perché è costruito all’interno di un campo di mais, percui la sua “vita” è quella legata al ciclo naturale di questa pianta. Dimanico in quanto all’interno del labirinto sono presenti delle porte che possono essere chiuse da chi le attraversa, “costringendo” in tal modo a far cambiare percorso a chi li segue. L’inaugurazione dell’edizione 2018 del Labirinto, dal titolo “Meridia” è fissata per venerdì 15 giugno alle ore 16.

«Essere tempo con la propria ombra. Ombra che detta legge nell’inesorabile trascorrere della vita, nei meandri di questo labirinto. Così le replicanti ombre di Meridiane, che incontreremo, saranno insolute nella determinazione di spazio-tempo. Nell’ impari lotta con il tempo, scandito dal sole e dai culti agrari dimenticati dell’uomo, meridiane e antichi aratri in questo luogo si tramutano in unici strumenti di archeoastronomia». Così il costruttore di labirinti Luigi Berardi, che dal 2010 contribuisce a creare l’opera assieme a Carlo Galassi, dell’omonima azienda agricola sulla quale sorge il Labirinto di Alfonsine, introduce l’edizione 2018. Un po’ di storia del Labirinto di Alfonsine.

Il primo, “piccolo”, labirinto effimero nel campo di mais è stato realizzato da Carlo Galassi nel 2007. Labirinto che già nel 2008 e 2009 era cresciuto superando i 40.000 mq e potendosi vantare del titolo di primo labirinto effimero d’Italia. Nel 2010 l’incontro fra Galassi e Luigi Berardi, noto artista e punto di riferimento per il disegno di labirinti anche a livello internazionale, che di anno in anno hanno poi collaborato per connotare i labirinti con tematiche sempre più profonde e complesse: “La Ruota del tempo” (2010, 60.000 mq che l’ha reso anche il più grande d’Europa, fino al 2014); “Il Basilisco” (2011, 80.000 mq), “L’alba dell’uomo” (2012, 80.000 mq), “Il volo dell’ape regina” (2013, 80.000 mq) “Metamorfosi” (2014, arrivando addirittura a 10.000 mq) e “L’albero della vita” (2015, 10.000 mq). Nel 2016 inizia poi una nuova avventura con i labirinti effimeri e dimanici: “Sentieri Peregrini”, “Sospesi tra terra e cielo” (2017).

Per chi lo vorrà, sarà possibile anche cenare direttamente al Labirinto, sempre più attrazzato anche da questo punto di vista, fra aree picnic, barbecue e, da quest’anno, anche agriturismo. Il labirinto si trova nell’Azienda agricola Galassi Carlo (via Roma, 111) ad Alfonsine (RA). Il costo dell’ingresso al labirinto è di € 9 adulti, € 5bambini (fino a 12 anni). Info e prenotazioni a 335 8335233