Romagna

“Fabbrica del Sorriso” sceglie i progetti romagnoli

Lotta ai tumori infantili, raccolta fondi per l’acquisto di una timiterapia per l’Irts di Meldola

“Fabbrica del Sorriso” sceglie i progetti romagnoli
| Altro
N. Commenti 0

06/febbraio/2016 - h. 00.22

In occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro, Mediafriends (Onlus di Mondadori, Medusa e Mediaset) ha presentato la “Fabbrica del Sorriso 2016” che, quest’anno, sarà dedicata alla lotta ai tumori infantili. Mediafriends ha scelto di sostenere i progetti di quattro importanti associazioni: AIL (Associazione Italiana Contro le leucemie-linfomi e mieloma Onlus), AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), Dynamo Camp e IOR (Istituto Oncologico Romagnolo Onlus) che, da anni, si occupano di ricerca, assistenza ospedaliera, domiciliare e di migliorare il tempo libero dei piccoli pazienti e delle loro famiglie.

Giunta alla sua tredicesima edizione, la Fabbrica del Sorriso, in onda sulle Reti Mediaset da domenica 13 a domenica 27 marzo, per la seconda volta nella sua storia proseguirà con una serie di eventi e iniziative per tutto il corso del 2016. Nelle due tradizionali settimane di raccolta tv, il palinsesto di tutte le Reti Mediaset sarà coinvolto attivamente nella grande maratona. I volti più amati della tv – in particolare un ringraziamento speciale và a Gerry Scotti, Federica Panicucci, Nadia Toffa e Pierluigi Pardo – i maggiori programmi d’intrattenimento, d’informazione e i Tg delle tre Reti Mediaset, dedicheranno numerose finestre alla Fabbrica del Sorriso, con servizi sui progetti delle associazioni, approfondimenti, testimonianze e ricordando ai teleI spettatori i canali attraverso i quali poter effettuare le loro donazioni. Anche nelle radio la cui raccolta pubblicitaria è curata dal Gruppo Mediaset, con le loro voci e programmi, saranno coinvolte nella campagna solidale.

La presenza di Fabbrica del Sorriso sul web sarà rilevante sul portale Tgcom, nella pagina dedicata a Mediafriends e sui social aziendali, che saranno costantemente alimentati con contributi ad hoc. Da quest’anno Fabbrica del Sorriso avrà, inoltre, una sua pagina facebook, in cui trovare informazioni sulla campagna. Gli eventi Fabbrica del Sorriso organizzerà una serie di eventi distribuiti su tutto il territorio italiano, finalizzati ad alimentare la raccolta fondi. Tra questi, si partirà il 13 febbraio 2016 con una mostra unica nel suo genere dedicata a Piero della Francesca (Piero della Francesca. Indagine su un Mito), allestita presso i Musei San Domenico di Forlì. Grazie alla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, a cui si deve la realizzazione della mostra, una percentuale sulla vendita dei biglietti andrà a sostegno della raccolta fondi Mediafriends. Le iniziative editoriali saranno rappresentate, tra le altre, dal tradizionale Libro del Sorriso, in libreria da fine novembre.

Focius sui progetti

Tra i progetti che saranno sostenuti da “Fabbrica del sorriso” anche l’acquisto da parte dell’Istituto Oncologico Romagnolo (IOR) di una nuova tomoterapia per l’Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (IRST) IRCCS di Meldola (FC). Si tratta di una tecnologia di ultima generazione preziosissima per assicurare cure efficaci a una tipologia di pazienti oncologici particolarmente complessi e delicati, quelli pediatrici. Ad oggi non esiste, in Romagna, un centro specifico per la radioterapia pediatrica. Quando si tratta un paziente pediatrico, infatti, dev’essere considerata la sua prima peculiarità, essere un organismo in crescita. Proprio per questo vanno tenuti sotto stretto controllo tutti quegli agenti esterni che possono interferire negativamente con il suo corretto sviluppo.

Quanto detto vale, ovviamente, anche quando ci si trova, purtroppo, a trattare tumori che hanno un forte impatto sia per quanto riguarda la tipicità del paziente sia per la complessità dei trattamenti che occorre somministrare. In particolare, quando si utilizza la radioterapia per un paziente pediatrico si manifesta il problema di erogare una dose curativa senza che, nello stesso tempo, sia dannosa per l’organismo in crescita. Da queste considerazioni si capisce l’importanza di avere a disposizione un macchinario innovativo, in grado di erogare con la massima precisione la terapia. Il tumore in Romagna nei bambini e negli adolescenti La tomoterapia è una moderna ed efficace strategia terapeutica radioterapica che, oltre a migliorare il tasso di cura del cancro, permetterà di diminuire le conseguenze avverse del trattamento.

Considerando i tassi di incidenza medi e la popolazione, in Romagna sono attesi all’anno circa 25 nuove diagnosi di tumore nella fascia di età 0-14 anni e 13 casi negli adolescenti 15-19 anni. Di questi il 30% totale prevede trattamenti radioterapici. Negli anni ‘50-’60 la possibilità di guarigione era limitata alle neoplasie solide localizzate, aggredibili chirurgicamente e con radioterapia. Oggi grazie a strategie globali integrate che prevedono la combinazione di diversi chemioterapici e trattamenti, l’indice di guarigione oggi sfiora l’80%. Nata nel 2003, Mediafriends, nel corso di 13 anni, ha raccolto più di 65 milioni di euro che hanno consentito a 150 associazioni di realizzare oltre 250 progetti di solidarietà in Italia e nel mondo.