Sanità

Vaccini. Ordine dei medici: Rischio sanzioni per i dottori che li sconsigliano

"Dottori obbligati ad attuare provvedimenti di vaccinazione" altrimenti scatta una "infrazione deontologica"

Vaccini. Ordine dei medici: Rischio sanzioni per i dottori che li sconsigliano
| Altro
N. Commenti 0

20/luglio/2016 - h. 13.23

"Siamo di fronte a un quadro preoccupante in cui la scienza medica e la politica debbono reagire insieme a tutela della collettività. Occorre muoversi non solo sul piano del richiamo ai risultati veri e concreti della medicina ma anche rivolgersi all'immaginario collettivo per superare l'endemico disinteresse per la scienza che, per inciso, si manifesta anche con il sottofinanziamento della ricerca, con la fuga dei cervelli e con il successo di improvvisati guaritori". Lo scrive la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri in un documento approvato all'unanimità presentato stamane.

La Federazione propone perciò, tra le altre cose, "di riconfermare l'obbligo dei medici di collaborare all'attuazione dei provvedimenti di sanità pubblica" e "di favorire il superamento dell'evidente disallineamento tra scienza e diritto, auspicando che i magistrati intervengano in tema di salute recependo nelle loro sentenze la metodologia della evidenza scientifica".

Solo in casi specifici, quali ad esempio alcuni stati di deficit immunitario, il medico può sconsigliare un intervento vaccinale. Il consiglio di non vaccinarsi nelle restanti condizioni, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica.