Maltempo

Intera famiglia spazzata via da acqua e fango

A Livorno ci sono già 7 morti, ma il bilancio potrebbe aumentare. Allerta rossa in Liguria. Nubifragio a Roma

Intera famiglia spazzata via da acqua e fango
| Altro
N. Commenti 0

10/settembre/2017 - h. 12.06

 

Il maltempo è arrivato e sflagella l'Italia, in particolare la Toscana e Liguria. A Livorno una bomba d’acqua, 170 millimetri in pochi minuti, devastando soprattutto la zona sud della città e provocando almeno sei morti, ma nelle prossime ore il bilancio potrebbe aumentare. Quattro le vittime in un seminterrato, si tratta di un’intera famiglia. Un altro cadavere è stato trovato in via della Fontanella, mentre un automobilista è morto travolto dal fango. Tre invece i dispersi: una ragazza in via Garzelli e altre due persone in via Sant’Alò. Tra le vittime potrebbero esserci anche bambini.
"Abbiamo chiesto lo stato di calamità. Livorno è stata devastata dal maltempo come mai prima d'ora", scrive in un tweet il sindaco Filippo Nogarin, riconrdando che "l'emergenza non è finita". Sono esondati alcuni torrenti, altri sono sorvegliati dalla protezione civile", continua il sindaco.
Situazione critica per il maltempo anche a Pisa e provincia, con alberi caduti e strade allagate nella zona di Marina di Pisa. Per ora non ci sono persone coinvolte. Le forti precipitazioni si sono poi concentrate nella zona di Pisa dove tutti sottopassi sono stati chiusi e buona parte di questi bloccati con auto rimaste in panne. Intorno alle 6 i vigili del fuoco di Cascina sono intervenuti a San Giorgio per soccorrere 4 ragazze che erano rimasti in panne nel sottopasso allagato rifugiandosi sul tetto dell'auto.
Prosegue l'allerta rossa in Liguria, colpita da ore da forti piogge e venti. Tra i dati registrati da Arpal, sono caduti oltre 3.500 fulmini in circa 6 ore e i venti hanno toccato i 90 chilometri orari. "E' confermata una situazione di criticità in tutta la Liguria - ha spiegato l'assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone - con l'allerta Rossa per la zona centrale della regione e Arancio per il levante e il ponente. Nell'ultima parte della serata di ieri si sono verificate precipitazioni importanti su Genova e sul Tigullio dove, tra Portofino e Rapallo sono caduti tra i 40 e i 50 mm di pioggia in circa mezzora, provocando disagi e allagamenti in qualche abitazione e attività commerciale. Per effetto dei venti sembra, fortunatamente, che la gran parte della perturbazione si sia scaricata in mare: se si fosse scaricata a terra avrebbe potuto provocare ingentissimi danni. Ora quel fronte si sta spostando verso levante dove potrebbe creare disagi".
Anche nela Lazio è scattata l'allerta meteo. Un nubifragio si è scatenato su Roma. Strade allagate, rami e cavi caduti a causa della pioggia forte che sta interessando da alcune ore la Capitale. Allagamenti in varie zone: da via del Mare, altezza sottopasso di Acilia, ai quartieri San Paolo e Nomentano. Chiusa temporaneamente via di Trigoria, all’altezza di via Giovanni Terranova, a causa della caduta di cavi elettrici.
Chiuse stazioni della metropolitana di Roma e interrotti alcuni tratti. A quanto reso noto da Atac sul canale Twitter, sulla linea B risultano chiuse le stazioni Palasport, Fermi, Laurentina, con servizio attivo Rebibbia – Magliana. Mentre sulla metro A: Lucio Sestio e Numidio Quadrato e Lepanto. La linea A è interrotta tra Ottaviano e Flaminio per “danni da maltempo”.
Il maltempo è arrivato e sflagella l'Italia, in particolare la Toscana e Liguria. A Livorno una bomba d’acqua, 170 millimetri in pochi minuti, devastando soprattutto la zona sud della città e provocando almeno 7 morti, ma nelle prossime ore il bilancio potrebbe aumentare. Quattro le vittime in un seminterrato, si tratta di un’intera famiglia. Un altro cadavere è stato trovato in via della Fontanella, mentre un automobilista è morto travolto dal fango. due invece i dispersi: una ragazza in via Garzelli e un'altra persona in via Sant’Alò. Tra le vittime potrebbero esserci anche bambini.

 

"Abbiamo chiesto lo stato di calamità. Livorno è stata devastata dal maltempo come mai prima d'ora", scrive in un tweet il sindaco Filippo Nogarin, riconrdando che "l'emergenza non è finita". Sono esondati alcuni torrenti, altri sono sorvegliati dalla protezione civile", continua il sindaco.

Situazione critica per il maltempo anche a Pisa e provincia, con alberi caduti e strade allagate nella zona di Marina di Pisa. Per ora non ci sono persone coinvolte. Le forti precipitazioni si sono poi concentrate nella zona di Pisa dove tutti sottopassi sono stati chiusi e buona parte di questi bloccati con auto rimaste in panne. Intorno alle 6 i vigili del fuoco di Cascina sono intervenuti a San Giorgio per soccorrere 4 ragazze che erano rimasti in panne nel sottopasso allagato rifugiandosi sul tetto dell'auto.

Prosegue l'allerta rossa in Liguria, colpita da ore da forti piogge e venti. Tra i dati registrati da Arpal, sono caduti oltre 3.500 fulmini in circa 6 ore e i venti hanno toccato i 90 chilometri orari. "E' confermata una situazione di criticità in tutta la Liguria - ha spiegato l'assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone - con l'allerta Rossa per la zona centrale della regione e Arancio per il levante e il ponente. Nell'ultima parte della serata di ieri si sono verificate precipitazioni importanti su Genova e sul Tigullio dove, tra Portofino e Rapallo sono caduti tra i 40 e i 50 mm di pioggia in circa mezzora, provocando disagi e allagamenti in qualche abitazione e attività commerciale. Per effetto dei venti sembra, fortunatamente, che la gran parte della perturbazione si sia scaricata in mare: se si fosse scaricata a terra avrebbe potuto provocare ingentissimi danni. Ora quel fronte si sta spostando verso levante dove potrebbe creare disagi".

Anche nela Lazio è scattata l'allerta meteo. Un nubifragio si è scatenato su Roma. Strade allagate, rami e cavi caduti a causa della pioggia forte che sta interessando da alcune ore la Capitale. Allagamenti in varie zone: da via del Mare, altezza sottopasso di Acilia, ai quartieri San Paolo e Nomentano. Chiusa temporaneamente via di Trigoria, all’altezza di via Giovanni Terranova, a causa della caduta di cavi elettrici.

Chiuse stazioni della metropolitana di Roma e interrotti alcuni tratti. A quanto reso noto da Atac sul canale Twitter, sulla linea B risultano chiuse le stazioni Palasport, Fermi, Laurentina, con servizio attivo Rebibbia – Magliana. Mentre sulla metro A: Lucio Sestio e Numidio Quadrato e Lepanto. La linea A è interrotta tra Ottaviano e Flaminio per “danni da maltempo”.