Lecce

Noemi, 16 anni, uccisa dal fidanzatino di 17

Era scomparsa nella notte tra il 2 e il 3 settembre. Il ragazzo ha confessato: "E' nel pozzo"

Noemi, 16 anni, uccisa dal fidanzatino di 17

Noemi Durini

| Altro
N. Commenti 0

13/settembre/2017 - h. 14.44

Noemi Durini, 16enne di Specchia (Lecce), scomparsa dalla notte tra il 2 e il 3 settembre scorso è morta, l'ha uccisa il suo fidanzatino di 17 anni. Questa mattina, la Procura dei minori l'aveva indagato per omicidio volontario. Per molte ore il fidanzato, dopo esser stato iscritto nel registro degli indagati, ha negato e ha detto di averla fatta scendere nei pressi di un campo sportivo. La certezza che i due fossero sull’auto poche ore prima della scomparsa della giovane arriva dalle riprese di una telecamera di sicurezza di un’abitazione di Specchia. 
Poi il ragazzo è crollato e ha portato gli agenti a Castignano del Capo, in provincia di Lecce. Qui in un pozzo è stato ritrovato il cadavere della ragazza. L’omicida è lui. Ha confessato. Ma come è stata uccisa Noemi Durini?
Noemi, intelligenza molto vivace, carattere difficile e spesso in scontro con la famiglia, è uscita quel sabato a tarda sera senza cellulare né borsa il che fa supporre che non avesse intenzione di andarsene. Altre volte, però, la ragazza aveva tentato la fuga per qualche giorno e, per questo, i genitori si erano preoccupati fino a un certo punto. 
Per molte ore il fidanzato, dopo esser stato iscritto nel registro degli indagati, ha negato e ha detto di averla fatta scendere nei pressi di un campo sportivo. Poi di lei si erano perse le tracce. La certezza che i due fossero sull’auto poche ore prima della scomparsa della giovane arriva dalle riprese di una telecamera di sicurezza di un’abitazione di Specchia. L’auto, di proprietà della famiglia del ragazzo, è da giorni sotto sequestro su disposizione della magistratura.
Noemi Durini, 16enne di Specchia (Lecce), scomparsa dalla notte tra il 2 e il 3 settembre scorso è morta, l'ha uccisa il suo fidanzatino di 17 anni. 

Questa mattina, la Procura dei minori l'aveva indagato per omicidio volontario. Per molte ore il fidanzato, dopo esser stato iscritto nel registro degli indagati, ha negato e ha detto di averla fatta scendere nei pressi di un campo sportivo. La certezza che i due fossero sull’auto poche ore prima della scomparsa della giovane arriva dalle riprese di una telecamera di sicurezza di un’abitazione di Specchia. 

Poi il ragazzo è crollato e ha portato gli agenti a Castignano del Capo, in provincia di Lecce. Qui in un pozzo è stato ritrovato il cadavere della ragazza. L’omicida è lui. Ha confessato. Ma come è stata uccisa Noemi Durini? 

Noemi, intelligenza molto vivace, carattere difficile e spesso in scontro con la famiglia, è uscita quel sabato a tarda sera senza cellulare né borsa il che fa supporre che non avesse intenzione di andarsene. Altre volte, però, la ragazza aveva tentato la fuga per qualche giorno e, per questo, i genitori si erano preoccupati fino a un certo punto.