Padova

Loris Bertocco, morte assistita a Zurigo

La lettera d’addio: “Malato e senza soldi, scelgo la morte”

Loris Bertocco, morte assistita a Zurigo

Loris Bertocco

| Altro
N. Commenti 0

12/ottobre/2017 - h. 11.52

 

Ha deciso di  lasciarsi morire ieri, in una clinica specializzata in Svizzera, a Zurigo, Loris Bertocco, 59 anni, paralizzato da quando ne aveva 19, residente  Fiesso d'Artico (Padova). Convinto sostenitore delle proposte per una legge sul “testamento biologico” e sul “fine vita” in Italia, Bertocco era anche molto impegnato per i diritti delle persone disabili, soprattutto nella rete per la “Vita Indipendente”, tesa a garantire sostegno a chi perde la propria autonomia. 
“Malato e senza soldi, scelgo la morte”, ha deciso di lasciarsi morire specificandone le motivazioni in una lettera pubblicata su un suo memoriale che teneva su Facebook: 
E’ arrivato il momento. Ora è arrivato il momento. Porto con me l’amore che ho ricevuto e lascio questo scritto augurandomi che possa scuotere un po’ di coscienze ed essere di aiuto alle tante persone che stanno affrontando ogni giorno un vero e proprio calvario.
Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini e che proseguiranno la battaglia per il diritto ad una vita degna di essere vissuta e per un mondo più sano, pulito e giusto.
http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/2524639081421
Loris Bertocco lascia la madre Renata, a cui si deve il sostegno maggiore che ha avuto nella vita, insieme alla sorella Lorella, all’ex moglie Anamaria e all’ultima assistente e amica Mirella.
Ha deciso di  lasciarsi morire ieri, in una clinica specializzata a Zurigo, Loris Bertocco, 59 anni, e cieco dai 38, paralizzato da quando ne aveva 19, residente Fiesso d'Artico (Padova). 

 

Convinto sostenitore delle proposte per una legge sul “testamento biologico” e sul “fine vita” in Italia, Bertocco era anche molto impegnato per i diritti delle persone disabili, soprattutto nella rete per la “Vita Indipendente”, tesa a garantire sostegno a chi perde la propria autonomia. “Malato e senza soldi, scelgo la morte”, ha deciso di lasciarsi morire specificandone le motivazioni in una lettera pubblicata su un suo memoriale che teneva su Facebook: 

E’ arrivato il momento. Ora è arrivato il momento. Porto con me l’amore che ho ricevuto e lascio questo scritto augurandomi che possa scuotere un po’ di coscienze ed essere di aiuto alle tante persone che stanno affrontando ogni giorno un vero e proprio calvario.Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini e che proseguiranno la battaglia per il diritto ad una vita degna di essere vissuta e per un mondo più sano, pulito e giusto.

http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/2524639081421

Loris Bertocco lascia la madre Renata, a cui si deve il sostegno maggiore che ha avuto nella vita, insieme alla sorella Lorella, all’ex moglie Anamaria e all’ultima assistente e amica Mirella.