Lo scandalo

Latte in polvere per neonati contaminato da Salmonella, 83 Paesi coinvolti

La Lactalis, azienda produttrice, ha avviato i ritiri dagli scaffali e valuta risarcimenti alle famiglie dei bimbi che hanno riportato l'intossicazione (almeno 40 i casi accertati in Francia)

latte neonato
| Altro
N. Commenti 0

14/gennaio/2018 - h. 11.50

PARIGI - Cresce l’allarme per i casi di salmonella nelle confezioni di latte in polvere per bambini prodotte dalla Lactalis. Secondo l’agenzia di stampa AFP sono stati ritirati 12 milioni di confezioni del prodotto. La notizia è stata confermata da Ceo di Lactalis, Emmanuel Besnier: "Dobbiamo misurare la portata di questa operazione", ha affermato, spiegando che i Paesi coinvolti sono 83. Il manager di Lactalis ha assicurato il latte in polvere sospetto "non sarà più distribuito che tutte le confezioni in circolazione sono in corso di ritiro dai punti vendita" e  che la compagnia "valuterà la possibilità di risarcire tutte le famiglie che hanno subito danni". Il gruppo Lactalis ha ordinato il ritiro di tutte le partite di latte per l’infanzia prodotte nel suo stabilimento di Craon (Francia occidentale). Trentacinque bambini sono risultati positivi ai test per la diagnosi della salmonellosi in Francia dopo aver consumato latte o alimenti per l’infanzia della Lactalis. Altri casi sono stati accertati in Spagna e Grecia.